Filetti di Yam ai semi di papavero

Filetti di yam: Deliziosi prodotti a base di yam, patata dolce e proteine della soia; sono fondamentali per una dieta a basso contenuto calorico.

Propongo questa ricetta saporita e molto particolare, accompagnata dai sapori mediterranei della nostra tavola, pensando ai papaveri…

 Difficoltà:° °

INGREDIENTI per 2 persone: 

  • 300 g di filetti di yam
  • Semi di papavero
  • Mezza cipolla
  • 1 Finocchio
  • 5/6 Pomodorini
  • Olio d’oliva, erba cipollina, pepe, sale.

 

PREPARAZIONE:

Tagliamo a fette sottili il finocchio e mettiamolo a bollire in una pentola per un quarto d’ora.

Nel frattempo, affettiamo la cipolla e i pomodorini,  e mettiamoli a soffriggere in padella a fuoco basso. Aggiungiamo i semi di papavero, il pepe e l’erba cipollina. Dopodiché scoliamo i finocchi che saranno lievemente cotti, e uniamoli in padella insieme a un po’ di sale. Mescoliamo bene i pomodori e infine aggiungiamo i filetti di yam.

Cuociamo per altri dieci minuti, tostando per bene i semi di papavero.

Gallery fotografica del piatto:

Papaveri…i primi fiori a sbocciare sui campi di battaglia.

Nel 1915, John McCrae, tenente colonnello,  medico e poeta canadese, scrisse una poesia, In Flanders fields, per ricordare un amico ucciso in battaglia, tuttora celebre nei paesi di cultura anglosassone. E qui vi riporto queste magiche e tristi parole che hanno reso questo fiore il simbolo dei caduti in battaglia.

 

Sui campi delle Fiandre

Sui campi delle Fiandre sbocciano i papaveri
in mezzo a tante croci, che, in lunghe file uguali,
segnano il nostro posto, una per ciascuno.
Nel cielo ancora volano le allodole cantando,
ma il rombo dei cannoni confonde quella voce.

Noi siamo i morti uccisi dalla guerra.
Non molti giorni fa eravamo vivi:
ci sorrideva l’alba
ed il tramonto ci affascinava con i suoi colori,
noi amavamo ed eravamo amati.
Ed, ecco, riposiamo sui campi delle Fiandre.

Proseguite voi la nostra lotta contro il nemico per la libertà.
Le nostre mani cadono, ma a voi la torcia passano
degli ideali eterni d’ogni uomo.
Siano le vostre mani ormai a tenerla in alto.
Se non ricorderete perché noi siamo morti,
più non avremo pace nè riposo,
pur se nei campi aperti delle Fiandre
seguiteranno a crescere i papaveri.

Fonte: montegabbione.net


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

antonella tomassini

antonella tomassini

sono vegan e son contenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.