Come costruire una scatola-rifugio per i pelosi di strada.

Foto by Micio Merlino

Materiale:

  • Uno scatolone (o più di uno, se si vogliono costruire più rifugi)
  • Sacchi grandi di nylon nero, resistente (quelli della spazzatura)
  • Nastro adesivo
  • Coperte o maglioni vecchi
  • (eventualmente) polistirolo in pannelli

Per costruire la scatola-rifugio basta prendere un cartone, infilarlo in una grossa busta da immondizia, che poi si ripiega in dentro e si fissa col nastro adesivo.

Si chiudono bene tre lembi dell’apertura in modo da lasciare un buco per entrare e uscire, il quarto lembo si lascia a mo’ di tettuccio, per riparare da vento e pioggia.

Si infila dentro un maglione o una copertina…e con così poco si è salvata la vita a un micio!

Diventano ancora più “efficaci” se poggiate su un sostegno che eviti il contatto col terreno, e se ci si mette dentro del polistirolo (per isolare le pareti dello scatolone), o una borsa dell’acqua calda 😉

Fonte foto e articolo: Micio Merlino on facebook 

Ecco cosa puoi fare se nella tua zona ci sono dei gatti randagi (click sul link)


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Un commento su “Come costruire una scatola-rifugio per i pelosi di strada.

  • 4 Settembre 2012 alle 22:51
    Permalink

    Costruire una cuccia d’emergenza per i gatti randagi è davvero molto semplice (io ne ho realizzate alcune senza grande sforzo, l’ultima stamattina e ora ha già trovato un inquilino!) e i materiali sono quelli indicati da Micio Merlino.
    Consiglierei solo di ritagliare il foro per la “porta” in posizione non centrale ma laterale, in modo che resti uno spazio protetto, dove l’aria gelida non entri d’infilata, e di usare sempre il polistirolo perché è un buon isolante termico, quindi non solo un pannello a terra ma, se possibile, anche sulle pareti (io ho usato il nastro biadesivo e ho fatto aderire i pannelli di polistirolo alle pareti di uno scatolone di cartone). Come ultima cosa ho messo un pannello di polistirolo come tetto, esternamente, l’ho fissato con il nastro adesivo marrone -quello da pacchi- e poi ho infilato tutto nella busta di plastica della spazzatura per isolare la cuccia. I gatti senza casa ne saranno felici, specie nelle fredde notti d’inverno e nelle giornate di pioggia.

    RispondiRispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.