Categories
I vostri articoli

La storia del nonno che volle salvare l’orso (di R. Maria)

Quanto segue è un racconto personale che Rosella Maria (www.nucleosansonegenova.it) ha voluto condividere con noi. Se anche tu vuoi contribuire con un articolo, scrivi a [email protected] oppure mandami un messaggio privato su facebook.

Categories
I vostri articoli

“Se l’aquila ha vinto, noi abbiamo perso” (di A. Tomassini)

Quanto segue è l’opinione personale di Antonella Tomassini, che ha voluto condividerla con noi. Se anche tu vuoi contribuire con un articolo, scrivi a [email protected] oppure mandami un messaggio privato su facebook.

Si chiama Olimpia l’aquila reale americana, esemplare maschio, diventata mascotte della Lazio. Ha solo 5 anni (la specie può vivere sino a 80), pesa 12 kg, ha un’apertura alare di due metri e mezzo, si ciba di pollo, salmone o coniglio una volta al dì e a settembre 2010 ha firmato un contratto da circa 125mila euro, spese comprese. È diventata subito una diva, i tifosi hanno addirittura pensato che lo show di Olimpia fosse propiziatorio al successo e al risultato della squadra. E infatti, su youtube e sui vari siti internet, la nostra cara aquila ci appare come un vero simbolo per gli amanti della Lazio.

Ma la realtà qual è? Che gli animali non si toccano o che il calcio non si tocca?

Categories
Dalla loro parte News

Fuga di gas: il coniglio li avverte e li salva.

Due coniugi del Berkshire, in Inghilterra, sono stati salvati dalla loro coniglietta che li ha avvisati di una perdita di gas.

Bunny è corsa fuori dalla cucina, è salita velocemente al piano di sopra della casa in cui abita con i coniugi Taylor e li ha svegliati, graffiando contro la porta della stanza da letto.

Mr Taylor ha dichiarato: “C’era una terribile puzza di gas perché uno dei fornelli della cucina era rimasto aperto. Bunny ci ha avvisati del pericolo”.

La vicenda ha dell’incredibile perché la coniglia, che ha due anni, durante la notte rimane chiusa in cucina per evitare che rosicchi i fili elettrici.

“Deve aver abbassato la maniglia della porta con un salto. Poi si è precipitata su per le scale, per salvarci. È la nostra eroina”.

Fonte: larrestodelcarlino.myblog.it

Vuoi dare il tuo contributo? Vota questo blog!

 

Categories
Dalla loro parte News

Salvati cani in Giappone.

Una trentina di Pastori delle Shetland sono stati salvati da un gruppo di volontari in una città giapponese abbandonata, vicino alla centrale nucleare distrutta a causa del recentissimo terremoto.

Etsumi Ogino, che lavora come volontaria in un rifugio per animali alla periferia di Tokyo, ha visto la foto dei cani sull’Asahi Shimbun newspaper e ha chiamato immediatamente la redazione del giornale.

“Mi sono sentita male quando ho capito che quei poveri animali erano stati abbandonati al loro destino e ho deciso che bisognava fare assolutamente qualcosa” ha dichiarato la donna al quotidiano.