Nasce la casa del randagio ad Augusta.

Augusta – Per cercare di debellare, o quantomeno tenere sotto controllo, il dilagante fenomeno del randagismo (che sta assumendo dimensioni preoccupanti nel territorio comunale), i cittadini si sono mobilitati dando vita ad un’associazione di volontariato. L’atto costitutivo dell’associazione denominata “La casa del randagio” è stato sottoscritto e depositato nei giorni scorsi presso uno studio notarile.

I soci fondatori hanno anche provveduto a designare il direttivo di cui fanno parte: Enza Licciardello (presidente), Mimmo Di Franco (vicepresidente), Paola Cusato (segretaria), Alessandra Burzagli (consigliere), Vera Kubicek (consigliere). Il tesoriere è Salvo La Spina.

Il programma dell’associazione si pone come obiettivo primario l’individuazione di una struttura idonea al ricovero dei cani catturati, intesa come centro di prima accoglienza. Il centro sarà attrezzato con una decina di box singoli o doppi per cani adulti e una nursery per cuccioli, oltre ad una sala di toelettatura per il lavaggio dove, ai cani ospiti, saranno praticati i primi interventi di pronto soccorso e di profilassi.

Sarà inviata una richiesta alle facoltà di veterinaria per reclutare studenti in praticantato ai quali affidare la microchippatura e la sterilizzazione dei cani, con la supervisione del veterinario Asl titolare del servizio.  Sarà istituita una borsa di studio annuale per un laureato in veterinaria che si occuperà di effettuare il servizio di volontariato oltre ad effettuare radiografie ed esami di laboratorio per l’accertamento delle patologie in atto.  Il centro di prima accoglienza sarà aperto al pubblico e potranno essere eseguite visite guidate delle scuole, bambini e ragazzi (e anche adulti) che potrebbero avere così l’occasione per conoscere il mondo canino, avvicinarsi alle adozioni, giocare con quello che potrebbe diventare il loro futuro miglior amico. È prevista una convenzione con i veterinari presenti sul territorio per l’abbattimento dei prezzi per la cura delle patologie non curabili all’interno della struttura.

Altra convenzione sarà stipulata con produttori siciliani di alimenti per cani. Si darà vita ad una campagna di riciclo degli accessori per cani non più utilizzati dalle famiglie, coperte, cucce, collari, guinzagli, vasche in plastica, ciotole ed altro. La campagna microchippatura dei cani di proprietà sarà avviata con giornate dedicate, in occasione di fine settimana o ricorrenze.  L’associazione promuoverà anche la “Giornata del cane” durante la quale le famiglie potranno recarsi presso i banchi che l’associazione appronterà nei punti di maggior ritrovo della popolazione per la microchippatura gratuita dei cani.

La campagna sterilizzazione delle cagnette di proprietà, partirà con il censimento di tutti i cani di proprietà presenti sul territorio augustano effettuato in forma di sondaggio dai volontari e collaboratori dell’associazione. A censimento effettuato le famiglie proprietarie di femmine non sterilizzate saranno contattate dall’associazione che illustrerà i vantaggi della sterilizzazione ed inviterà le famiglie a provvedere al più presto.

Fonte

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.