[Green Hill] Cosa posso fare io?

Di fronte ad una realtà sconcertante come quella della vivisezione dentro tutte le persone sensibili nasce la volontà di fare qualcosa, di essere parte di un cambiamento. Spesso però la segretezza dietro a cui si nascondono i vivisettori e i loro complici rendono difficile fare qualcosa di concreto. Una campagna come questa ha lo scopo di incanalare le forze, la fantasia e le capacità di molti in una direzione che possa realmente dare un apporto, cercando di dare visibilità agli animali uccisi nel silenzio, smascherando la violenza e le menzogne dei vivisettori e fermando un progetto che vuole portare ad un incremento nell’utilizzo di animali nei laboratori.

Di fronte alla tortura e la morte di decine di milioni di animali nei laboratori non possiamo più aspettare che qualcosa cambi, se vogliamo vedere dei risultati dobbiamo agire in prima persona, sia con scelte quotidiane che con l’attivismo. Il potere del cambiamento è anche nelle tue mani.

Cosa fare dunque?
La domanda è lecita. Ci sono mille forme di attivismo e mille modi di contribuire a questa specifica campagna, il cui scopo è chiudere l’allevamento Green Hill e ripartire con un percorso che ostacoli la vivisezione. Il Ministero della Salute, all’indomani del corteo nazionale tenutosi a Roma e che ha visto la partecipazione di circa 10.000 persone, ha richiesto alla Regione Lombardia di applicare la Legge regionale riguardanti gli allevamenti di cani. La Regione ha espresso da tempo parere ‘politico’ per la risoluzione della ‘questione Green Hill’ e ora riverserà tutte le questioni tecniche riguardanti l’applicazione della legge alla ASL Regionale. Ricordiamo alla ASL Regionale che 2500 individui sono ancora prigionieri di Green Hill e che a loro non interessano molto i passaggi burocratici ma il semplice desiderio di vivere in libertà…

-Come prima cosa iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti, notizie, appelli e appuntamenti.

-Dai voce ai cani di Green Hill e protesta attivamente per fermare il loro mercato di morte:

*Contatta Green Hill e Marshall Farm per esprimere il tuo disgusto

*Contatta la ASL Regione Lombardia perchiedere che Green Hill venga
chiuso al più presto

-Richiedici il materiale gratuito da distribuire nella tua città, organizzando tavoli informativi presso eventi, concerti o in strada.

-Inoltre visita altri siti per informarti sulla vivisezione, sulle idee antispeciste, per conoscere altre campagne per la liberazione animale o come salvare animali con le tue scelte alimentari diventando vegan.

Fonte

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.