Arrestati due cacciatori di frodo nell’avellinese.

Grottaminarda – Continua da parte dei carabinieri l’azione di tutela delle specie animali. Dopo i vari interventi a tutela di cani abbandonati e animali maltrattati, i carabinieri di Grottaminarda hanno sorpreso due persone che praticavano l’uccellagione, attività vietata su tutto il territorio nazionale.

I carabinieri hanno identificato un 35enne e un 46enne di Melito di Napoli, con diversi precedenti, nell’intento di utilizzare tre cardellini chiusi in gabbie per richiamare altri volatili. Scoperti dai militari dell’Arma, non hanno potuto far altro che ammettere le loro responsabilità. Dovranno ora rispondere del proprio operato innanzi alla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Ariano Irpino. I Carabinieri sono convinti che per i due non era la prima frequentazione della contrada Sant’Andrea.

Dopo aver provveduto a verificare le condizioni di salute, i cardellini sono stati affidati al personale della LAV.

A seguito di una perquisizione veicolare a carico dei due, è state rinvenuta anche una rete per uccellagione e copioso altro materiale, sottoposto a sequestro, idoneo a catturare i volatili.

Vuoi dare il tuo contributo? Sono gli ultimi giorni per votare il blog!

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.