I bambini vegetariani si ammalano meno!

È vero che per la crescita è indispensabile mangiare carne?

Gli anziani delle generazioni nate negli anni ’20 e ’30, memori dei tempi in cui anche mangiare un uovo era un privilegio, vorrebbero che sul piatto dei propri nipoti ci fosse tutti i giorni una “fettina”.

I loro figli, cresciuti nell’abbondanza, sono molto più propensi a fare dei distinguo e sono sempre più sospettosi nei confronti della carne, che ormai da tempo viene collocata nella parte più stretta della “piramide alimentare”, quella del minor consumo necessario.

Molti di loro – 7 milioni, pari al 12 per cento dell’intera popolazione – sono vegetariani, cioè non mangiano carne di alcun tipo. Di questi, un decimo è vegano, ovvero non mangia alcun cibo di origine animale, come latte, formaggi e uova.

Per quanto riguarda i bambini, capita di frequente che i genitori vegetariani scelgano per loro la medesima dieta. E uno studio condotto dalla Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (Ssnv) ha dimostrato che una dieta alimentare di tipo vegetariano non risulta dannosa per i bambini, purché ben pianificata da pediatri esperti.

Nello studio erano stati coinvolti 95 bambini tra il primo e il secondo anno di vita, nutriti con un regime alimentare esclusivamente vegetariano e, per il 10 per cento di loro, vegano. Tale regime alimentare non era però gestito da un pediatra. Ciò nonostante, tutti i bambini vegetariani osservati presentavano una crescita normale, salvo pochi casi di alterazioni del ferro e della vitamina B12, “in linea comunque col tipo di alimentazione comune in Italia”, secondo il presidente della Ssnv, Leonardo Pinelli, che ha pure aggiunto:

In precedenti studi, si è visto addirittura che, seguendo un menù vegetariano, i bambini si ammalavano meno all’asilo: i bimbi vegetariani hanno difese immunitarie migliori rispetto agli onnivori, i quali seguono un’alimentazione che favorisce una risposta infiammatoria più forte”.

La conclusione del pediatra è che “anche in età pediatrica, una dieta alimentare di tipo vegetariano non fa male. Dunque è necessario che i pediatri di famiglia non solo non ostacolino la scelta vegetariana da parte dei genitori, ma raggiungano con il tempo un livello di formazione tale da poter supportare le famiglie, senza costringerle a un pericoloso fai da te”.

Fonte

Vuoi dare il tuo contributo? Vota questo blog!

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

2 commenti su “I bambini vegetariani si ammalano meno!

  • 15 Marzo 2011 alle 16:07
    Permalink

    Salve, potreste dirmi le marche di patatine che contengono il sego?Nei loro ingredienti viene citato o è sotto nomi come “aromi” ?

    RispondiRispondi
  • 16 Marzo 2011 alle 15:37
    Permalink

    Sono vegetariano dall’età di 10 anni, quando vidi dei buoi correre impazziti per una strada centrale di Cagliari dopo essere fuggiti dal mattatoio (allora nel centro cittadino). Sono passati da allora 61 anni. Sono cresciuto sino a 1, 80 e ne sto seppellendo di gente più giovane di me. Veronesi (vegetariano) dovrebbe essere più esplicito e più duro, sino a terrorizzare coloro che mangiano carne. A parte la questione dei diritti degli animali che discendono dal diritto naturale. Leggere il mio libro autobiografico e filosofico sul diritto naturale intitolato “IO NON VOLEVO NASCERE. Un mondo senza certezze e senza giustizia. Filosofi odierni alla berlina” (editore Bastogi)

    RispondiRispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.