Ritorna a casa dopo 2 anni dal terremoto (L’Aquila)

L’AQUILA – Dopo due anni è riuscita a trovare il suo padrone. Si potrebbe dire che non ha perso la fede. La gatta Nerina, che si è smarrita durante il terremoto che devastò L’Aquila due anni fa, è riuscita a ritrovare il suo padrone, don Giovanni Gatto, nella sua nuova casa. Il parroco ha raccontato la sua storia alla Tribuna di Treviso. Nella notte in cui è scappato di corsa dalla sua casa per il terremoto, con lui c’erano la sua cagnetta, che abbaiando l’aveva salvato e guidato tra le macerie della canonica crollata e due gatte: una certosina che si è salvata e ora è a Caonada da sua madre, e Nerina, di cui non aveva più notizie. Si pensava fosse morta sotto le macerie. Dopo due anni invece la gatta si è fatta viva proprio dove adesso abita don Giovanni, in una delle casette della Protezione Civile, a due chilometri di distanza dalla canonica crollata e dove aveva visto per l’ultima volta la sua gatta. “È anche questo un segno – racconta don Giovanni Gatto – era scomparsa sotto le macerie, pensavo fosse morta, invece l’ho vista rispuntare giusto a due anni dal terremoto.

Vuoi dare il tuo contributo? Vota questo blog!

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Un commento su “Ritorna a casa dopo 2 anni dal terremoto (L’Aquila)

  • 3 maggio 2011 alle 22:20
    Permalink

    Beh, veramente il miracolo l’ha fatto il gatto, non il prete. Miracolo d’amore felio, direi, non d’amore Divino, che il parroco non s’è mosso…

    RispondiRispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.