Protesta contro il governo tedesco: cani e gatti non sono cacciagione!

Le leggi che regolamentano la caccia nei vari Länder tedeschi prevedono che si possa sparare a cani e gatti che si allontanino di 200, 300, 500 m dal centro abitato (dipende dai singoli Länder). Il sito della protezione animali tedesca, Deutscher Tierschutzbund, che tiene anche il registro degli animali domestici, che qui non è obbligatorio, nè comunale, mi ha confermato che è tutto vero. Si parla di cifre spaventose di animali domestici che ogni anno vengono assassinati da individui in possesso di regolare licenza di caccia. Il pretesto sarebbe la salvaguardia della fauna del bosco.

Le cifre degli animali domestici abbattuti non sono ufficiali, solo alcuni Länder hanno pubblicato una statistica. Comunque la maggior parte dei siti anticaccia e animalisti parla di cifre che oscillerebbero tra i 300.000 gatti e 40.000 cani l’anno. Questi numeri derivano dal censimento degli animali spariti e mai più ritrovati, perchè pare che i cacciatori si disfino all’istante dei corpi degli animali abbattuti (cosa che, invece, non succede quasi mai in caso di investimento). È una valutazione difficile e molte variabili entrano in gioco. Per esempio, quanti di questi animali saranno stati rubati per finire in un qualche laboratorio? I casi di sperimentazione sugli animali sono purtroppo aumentati in Germania come nel resto dell’Europa.

Il DTB ha iniziato una campagna di email e anche una raccolta firme perchè in alcune regioni la legge verrà rinnovata.

Da decenni in Germania le associazioni animaliste e ambientaliste fanno pressione affinchè venga modificata la legge federale sulla caccia, che in gran parte non ha subito rimodellamenti sostanziali rispetto a quella emanata nel 1934 dal Reich, visto che la legislazione vigente non corrisponde alle aspettative di una moderna protezione della fauna e dell’ambiente. In particolare chi è in possesso di licenza di caccia è ancora autorizzato a sparare a cani e gatti. Vi preghiamo pertanto di sostenere le richieste delle associazioni animaliste tedesche, in particolare il Deutsches Tierschutzbund inviando E-Mails ai rappresentanti della coalizione di governo (CDU-CSU e FDP) Volker Kauder und Birgit Homburger.
Link: Tierschutzbund

Testi e indirizzi delle Email in tedesco (sotto la traduzione italiana):


Herrn Volker Kauder
Vorsitzender der CDU/CSU-Fraktion
des Deutschen Bundestages
Platz der Republik 1
11011 Berlin
[email protected]

Herrn Rainer Brüderle
Vorsitzender der FDP-Fraktion
Platz der Republik 1
11011 Berlin
[email protected]

Sehr geehrter Herr Kauder,

ich appelliere an Sie, die Initiative des Bundesministeriums für Verbraucherschutz, Ernährung und Landwirtschaft für eine grundlegende Änderung des Bundesjagdgesetzes zu unterstützen. Ziel muss es sein, das völlig veraltete Jagdrecht in Deutschland an die geänderten nationalen und internationalen Tier- und Naturschutzbestimmungen anzupassen.

Tierschutzwidrige Jagdpraktiken wie der massenhafte Abschuss von Hunden und Katzen, die mittelalterlich anmutende Fallen- oder Beizjagd oder das Töten bedrohter Tierarten müssen endIich der Vergangenheit angehören. Bitte unterstützen Sie die Novelle des Bundesjagdgesetzes jetzt!

Mit freundlichen Grüßen …..

Sehr geehrter Herr Brüderle,

ich bitte Sie eindringlich sich für eine zügige Neufassung des Bundesjagdgesetzes einzusetzen.

Tierschutzwidrige Jagdpraktiken wie der massenhafte Abschuss von Hunden und Katzen, die mittelalterlich anmutende Fallen- oder Beizjagd oder das Töten bedrohter Tierarten müssen endlich der Vergangenheit angehören. Bitte unterstützen Sie die Novelle des Bundesjagdgesetzes jetzt!

Mit freundlichen Grüßen …..


Trad. In italiano:

Gentile Sig. Kauder (*in Germania normalmente non si usano titoli),
faccio appello a Lei affinchè appoggi l’iniziativa del Ministero Federale per la Protezione del Consumatore, dell’Agricoltura e dell’Alimentazione per la modifica sostanziale della legge federale sulla caccia. Lo scopo di tale adeguamento deve essere la compatibilità della obsoleta giurisprudenza tedesca in materia con le modificate direttive della protezione della fauna a livello europeo e nazionale.
Pratiche venatorie in contrasto con la protezione degli animali come la sparatoria in massa di cani e gatti, l’uso di pratiche medioevali di caccia come le trappole e il falconaggio o l’uccisione di specie a rischio estinzione devono appartenere al passato. Per favore si impegni a far modificare la legge ora!
Distinti saluti, …..nome e cognome
Gent.le Sig. Brüderle,
La prego insistentemente di voler sostenere la proposta di rinnovellamento della Legge federale tedesca sulla caccia.
Pratiche venatorie in contrasto con la protezione degli animali come la sparatoria in massa di cani e gatti, l’uso di pratiche medioevali di caccia come le trappole e il falconaggio o l’uccisione di specie a rischio estinzione devono appartenere al passato. Per favore si impegni a far modificare la legge ora!
Distinti saluti …… nome e cognome


Questa notizia, i link ai siti e la traduzione delle mail sono opera di una cara amica, che ringrazio: Daniela Annabruna Ammassari. Senza lei probabilmente non sarei venuta a conoscenza di questa situazione. 

Io ho già copiato le mail in tedesco e le ho inviate agli indirizzi riportati in neretto. Fai come me!


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Amami! è in finale come “miglior blog a sfondo sociale”! Vuoi dare il tuo contributo? Votalo! 

Nella tua città non vengono rispettati i diritti degli animali? Vuoi divulgare attraverso il web una situazione che ti sta particolarmente a cuore? Scrivimi! [email protected]

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

2 commenti su “Protesta contro il governo tedesco: cani e gatti non sono cacciagione!

  • 10 settembre 2011 alle 18:30
    Permalink

    Silvia,
    le cifre degli animali domestici abbattuti non sono ufficiali, solo alcuni Länder hanno pubblicato una statistica. Comunque la maggior parte dei siti anticaccia e animalisti parla di cifre che oscillerebbero tra i 300.000 gatti e 40.000 cani l’anno. Sono risaliti a questo numero facendo un censimento degli animali spariti e mai più ritrovati, perchè pare che i cacciatori si disfino all’istante dei corpi degli animali abbattuti, cosa che non succede quasi mai in caso di investimento. I 13.000 gatti credo si riferissero agli esemplari ritrovati. E’ una valutazione difficile. Quanti di questi animali saranno stati rubati per finire in un qualche laboratorio? I casi di sperimentazione sugli animali sono purtroppo aumentati in Germania come nel resto dell’Europa.

    RispondiRispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.