Il coraggio e il rispetto: dalla parte di Peter Daniel Young.

nonsonounapellicciaA volte quando vedo una signora con la pelliccia penso che sia una assassina, a volte mi viene un gran desiderio di urlarle contro, a volte ricordo che a venti anni giravo con la bomboletta di vernice rossa nello zaino, e agivo senza pietà, correndo a gambe levate dopo aver macchiato di rosso la pelliccia dell’assassina.

I pensieri ora corrono, e se tutti si fermassero solo dieci minuti della propria giornata a pensare a come gli animali vengono sfruttati, maltrattati, allevati per diventare cibo, scuoiati per realizzare inutili pellicce, nel mondo ci sarebbe più rispetto e coraggio. Invece, su questo pianeta pervade l’odio, e le persone che si fermano a riflettere ed agiscono per i diritti degli animali vengono considerate colpevoli, e soprattutto incarcerati come assassini. Mi domando allora, perché chi difende chi non ha voce, chi lotta appunto, per i diritti degli animali, viene considerato un criminale da imprigionare?

Peter Daniel YoungAi miei occhi, queste persone sono alieni provenienti dal pianeta Libertà, che scendono in campo per sacrificare la propria libertà per quella degli animali. Ammiro chi impedisce la sofferenza degli animali, e chi come Peter Daniel Young  ha coraggio e rispetto.

Emozioniamoci quando leggiamo le parole di questo giovane attivista accusato e giudicato colpevole per aver liberato animali in sei allevamenti di visoni nel 1997, ricercato dalla FBI per sette anni, arrestato nel 2005 e rilasciato nel 2007, dopo aver scontato la pena. Emozioniamoci perché vuol dire che per almeno dieci minuti della nostra giornata ci siamo fermati a pensare.

Underground“Questo è il momento in cui normalmente un imputato esprime il suo pentimento per i crimini commessi. Permettete che vi dica il perché io non sono pentito. Sono qui per essere processato per aver partecipato alla liberazione di visoni da 6 allevamenti. Mi pento che siano stati solo 6. Sono qui per essere processato per aver partecipato alla liberazione di 8.000 visoni da detti allevamenti. 

Mi pento che siano stati solo 8.000. 
Mi risulta che solo 2 di tali allevamenti hanno chiuso. 
Mi pento che siano solo 2.
FlashpointMi pento, in particolar modo, della mia moderazione perché, indipendentemente dal danno causato a questo commercio, se tali allevamenti continuano ad essere attivi, se un solo animale è stato lasciato indietro, allora non è stato sufficiente.
Non pretendo esimermi dalle conseguenze di tali azioni supplicando la misericordia o appellandomi alla coscienza della corte, perché se questo sistema avesse coscienza io non sarei qui ed al mio posto ci sarebbero tutti i macellai, i vivisettori e i pellicciai del mondo intero.
Penso di continuare a tenere la testa in alto in questa corte, che mi condannerà per un atto di coscienza. Nemmeno darò il piacere agli allevatori presenti in aula di vedermi chino di fronte ad essi. 
A coloro i quali ho visitato le fattorie nel 1997, fatemelo dire in faccia per la prima volta: è stato un piacere attaccare i vostri allevamenti e liberare quegli animali che tenevate in gabbia. 
nonsonounapellicciaÈ di fronte a questi ultimi che io rispondo, non a voi, non a questo tribunale. Ricorderò le notti in cui entrai nelle vostre proprietà come la miglior esperienza della mia vita.
E voi allevatori o sadici che leggerete le mie parole e riderete della mia sorte, ricordatevi: abbiamo lasciato più noi allevatori in bancarotta di quanti liberatori voi siete riusciti a far imprigionare. Non lo dimenticate.
Lasciatemi ringraziare tutte le persone che sono venute ad appoggiarmi in questo processo.
Il mio ultimo desiderio, prima di tornare in carcere, è che ognuno di voi si diriga a un allevamento di animali da pelliccia questa stessa notte, tirate giù i recinti e aprite tutte le gabbie… È tutto.”

Per chi volesse conoscere il pensiero di Peter Daniel Young , ecco i titoli dei suoi libri, ancora non tradotti in italiano.

  • Flashpoint: Addresses of Fur Farms, Animal Research Labs, Slaughterhouses and Lab Animal Breeeders for Activists. (Lug. 2010)
  • Underground: The Animal Liberation Front in the 1990s, Collected Issues of the A.L.F. Supporters Group Magazine di RodCoronado, Animal Liberation Orchestra e Peter Daniel Young (Giu. 2011)
  • Animal Liberation Front: Complete Diary of Actions, the First 30 Years (Gen. 2010)

Ed il link del suo sito: http://www.animalliberationfrontline.com/


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

antonella tomassini

antonella tomassini

sono vegan e son contenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.