Cesar Millan? NO grazie.

L’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani chiede la sospensione del programma Dog Whisperer in onda sul canale Sky NatGeo Wild, in quanto diseducativo e contrario ai principi del corretto rapporto uomo animale.

I metodi del famoso addestratore di cani, Cesar Millan, in onda da alcuni mesi in Italia, non sono riconosciuti dalla comunità scientifica veterinaria che disapprova le tecniche coercitive e punitive messe in atto dal dog trainer. Mentre in Italia si afferma il principio dell’educazione al corretto rapporto uomo-animale, con la mediazione sociale del medico veterinario, la TV satellitare manda in onda trasmissioni che vanificano gli sforzi fatti dalla veterinaria e dalle autorità nazionali.

L’Associazione chiede anche l’intervento del Sottosegretario di Stato alla Salute Francesca Martini per il messaggio diseducativo sulla gestione dell’aggressività del cane, contrario alle indicazioni delle recenti ordinanze ministeriali. Nelle trasmissioni si assiste solo alla performance di questa star dei reality show, come se il cane fosse una macchina da domare e nella quale il proprietario non ha nessun ruolo relazionale. Negare l’esistenza della cognizione animale ed utilizzare un metodo basato sulla punizione positiva (forza fisica) nega tutto ciò che negli ultimi anni è stato fatto dalla Medicina Veterinaria Italiana e dal Ministero della Salute.

“Il metodo impiegato – osservano i medici veterinari della SISCA (Società Italiana di Scienze Comportamentali Applicate) – è tutt’altro che delicato come il titolo del programma lascia intendere, e prevede l’impiego di collari a strozzo metallici e di guinzagli di nylon utilizzati come un collare a strozzo. Ciò che più colpisce è il metodo della sottomissione applicato da Millan su pazienti aggressivi: il cane (in due video l’età del cane appare avanzata), con la museruola, era costretto a stendersi sul fianco grazie alla pressione esercitata dall’addestratore. Il paziente era bardato con il guinzaglio (applicato a strozzo al collo ed al gancio della pettorina), ansimava, biascicava, presentava tremori, tachipnea, midriasi, aumento della salivazione e la lingua assumeva una colorazione bluastra durante la pratica. Inoltre, per far apprendere ad un cane a nuotare, l’addestratore lo ha trascinato (lentamente) dentro una piscina dapprima sostenendolo, poi tenendolo tra le braccia pancia all’aria ed in seguito abbandonandolo per uscirne rapidamente”.

I medici veterinari comportamentalisti italiani concordano con le critiche già avanzate dai colleghi statunitensi dell’American College of Veterinary Behaviorists (ACVB), American Society of Animal Veterinary Behavior (AVSAB) e la Society of Veterinary Behavior Technicians (SVBT): la medicina comportamentale veterinaria ha fatto costanti sforzi per progredire in professionalità, raffinatezza tecnica e standard di benessere animale. Con Millan si compie un grosso passo indietro.

Fonte: anmvioggi.it

Vuoi dare il tuo contributo? Vota questo blog! 


Aggiornamento del 21/12/’11



Aggiornamento dell’11/01/’13


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Ti piace il blog? Votaci, ci aiuterai! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami!                                                                                                                                                                             "(Veg)Amami, io amerò te. L'amore che dai torna indietro." Silvia

Tutti gli articoli - SitoWeb

Seguimi :)
TwitterFacebook

63 pensieri su “Cesar Millan? NO grazie.

  1. Gloria Dellavedova

    “le tecniche coercitive e punitive messe in atto dal dog trainer” ma scusate, che programma hanno visto?? Io lo guardo spesso e quest’articolo sembra travisarlo del tutto:
    “Nelle trasmissioni si assiste solo alla performance di questa star dei reality show, come se il cane fosse una macchina da domare e nella quale il proprietario non ha nessun ruolo relazionale.” nulla di più falso, nel programma il padrone ha un ruolo di punta, e Cesar Millan ripete spesso e sovente che spesso è il padrone che dev’essere “addestrato”, nel senso che deve imparare a relasionarsi in modo sano col suo cane, senza travisare i suoi comportamenti.
    “Impiego di collari a strozzo metallici e di guinzagli di nylon utilizzati come un collare a strozzo”, ho visto lo show più volte e posso assicurare che questo non è vero. Di solito usa il collare e il guinzaglio di famiglia, non si porta roba sua.
    Per quanto riguarda ciò che viene descritto dopo, è vero che spesso Millan costringe i cani aggressivi a stendersi sul fianco, ma sicuramente non lo fa in maniera violenta o procurando loro dolore come viene descritto nell’articolo (la descrizione è talmente violenta e cruda sa sembrare fuori dalla realtà). I cani sono animali gregari, e Millan utilizza alcuni trucchetti come quello di farli stendere sul fianco per affermare la sua autorità (ossia quella del padrone) sul cane, perchè questo è ciò che accadrebbe in natura!
    Non voglio dire che la mia opinione sia superiore a quella dei medici veterinari, ma ho visto con i miei occhi lo show molte volte, e non ho notato nulla di strano se non la straordinaria capacità di Cesar Millan di relazionarsi con i cani, anche quelli dal carattere più aggressivo e strampalato, in modo da dar loro una migliore qualità della vita.

    RispondiRispondi
  2. Kiara

    Ma infatti che programma hanno visto? Mi sembra che i cani si rilassino al massimo, sono piu tranquilli, sereni, felici….Addirittura tanti cani destinati all’eutanasia perchè non si adattavano alle persone (in seguito a traumi) hanno trovato famiglia e tutto, penso che questo sia solo un bene! ce ne fossero di più come Cesar Millan. Mah, non mi sembrava cosi diseducativo! Non esageriamo, l’unica cosa che magari si può un po’ criticare è l’uso dei collari a strozzo, ma una volta che il cane ha imparato ad andare a spasso tranquillo penso non sia piu necessario…

    RispondiRispondi
  3. LadyCatLadyCat Autore articolo

    Io credo che quello che si perda un po’ di vista sia il fatto che questa trasmissione è uno show. Lì non si vuole insegnare niente, lì si vuole solo far vedere il “successo” di questo personaggio (che, sapete bene, gli frutterà in termini di guadagno). Cioè, quello che vediamo noi non è tutto il percorso, ma semplicemente un estratto del risultato. Il percorso attraverso cui si raggiunge il risultato non è dato a vedersi.
    Poi, come già dicevo in altro luogo, io ho riportato la posizione dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani: ognuno è libero di pensare come vuole, nessuno vi obbliga a non guardarla più!

    http://www.youtube.com/watch?v=RFCGtatpCwI

    RispondiRispondi
  4. pa

    io penso che se i cani potessero capire tutto ciò che sta succedendo intorno a loro, pro o contro cesar millan, comportamentalismo di una corrente o di un’altra, se la riderebbero alla grande. io da alcuni veterinari ho ricevuto consigli di una certa crudeltà. non ho chiesto che quel veterinario venga radiato dall’albo , ho solo deciso di non andarci più e ho sconsigliato amici e cocnoscenti di andarci. un canale televisivo si può cambiare, se non piace, non oscurare. che le società e associazioni professionali diano indicazioni e suggerimenti, non obliterazioni di altri pensieri. siamo ancora in democrazia spero.

    RispondiRispondi
  5. Davide

    i veterinari sono solo invidiosi perchè così facendo non prendono neanche un soldo per “seguire” il cane..

    RispondiRispondi
  6. Marco

    Attenzione attenzione…….tutto questo accanimento da parte dei cari veterinari…….questo puzza tanto di non so cosa…..ma non mi piace per niente,sopratutto perché si sta cercando di diffamare una persona come Cesar millan che tutto fa tranne che coercizzare gli animali. Molti padroni hanno tanto da imparare sul comportamento animale da non confondere con quello degli essere umani.il programma di millan e’ qualcosa di rivoluzionario.stop.

    RispondiRispondi
  7. rosetta

    Dopo Sky, Cesar Millan adesso è anche su Cielo……
    E’ già stato appurato che i metodi di “addestramento” del famoso (troppo) dog trainer sono altamente coercitivi e non rispettano per niente il benessere del cane.
    Cesar Millan utilizza metodi coercitivi, violenti ed antiquati e lo fa in
    televisione col rischio che milioni di telespettatori possano imitarlo.
    Nella trasmissione di ieri si sono visti calci, che lui definisce tocchi per
    rindirizzare il cane, ma di calci si parla e di calci nel basso ventre, collari a strangolo, strattoni ecc.
    Guardatevi tutti i video e poi vedrete!
    RISPETTIAMO IL CANE E DICIAMO NO A QUESTI TIPI DI MALTRATTAMENTO!!!!!
    C’è un petizione NO CESAR MILLAN SU CIELO
    http://www.petizionionline.it

    RispondiRispondi
  8. Bruno

    http://www.youtube.com/watch?v=RFCGtatpCwI
    E questi sarebbero calci?!? Infatti si sentono guaiti disperati dei cani che fuggono spaventati! °_° Forse dovreste iniziare a capire la differenza tra calciare e toccare in modo deciso: calciare comporta un tocco violento; un tocco deciso è il contatto diretto energico (differente da “violento”) che porta ad una trasmissione di energia. Certo,per voi,poi,sarebbe meglio che venisse sbranato così poi il cane finirebbe direttamente alla soppressione… poi ci scandalizziamo e piangiamo quando un cane attacca un bambino,magari lo sbrana… ma no,povero cane,colpa del padrone… intanto un bambino muore o rimane sfregiato a vita,terrorizzato da tutti i cani. Ricordate quando si diceva di colpire il fondoschiena di un cane con un giornale arrotolato che,tra il colpo deciso (non violento) ed il rumore del colpo,si correggeva il comportamento: stesso identico sistema di Millan,eppure è un metodo usatissimo tutt’ora in Italia dagli addestratori,colpo deciso e suono (Millan: colpetto e “Tss!”).
    Ecco che spuntano i perbenisti animalisti che non hanno niente da fare che vedere satana in ogni cosa…incredibile… questo uomo ha il più alto tasso i successi,una fondazione che aiuta migliai di cani ogni hanno,dal salvarli dalla strada,alla sterilizzazione,all’addestramento corpontamentale,e voi gli date contro?!?
    A parte che vorrei capire se per voi è meglio che un cane venga soppresso piuttosto che rieducato…se non lo sapete,molti cani salvati da Millan erano già destinati alla soppressione dopo che veterinari ed addestratori avevano fallito o evitato di addestrarli. In secondo luogo,ma avete mai visato la trasmissione?!? Avete mai visto i cani dopo settimane? Vi sembrano terrorizzati o aggressivi?!? E quella assurda foto di un collare a strozzo con spuntoni…Millan,inizialmente,usava i collari che i proprietari usavano,stop. Adesso ha il collare a doppia mandata,creato dalla moglie, approvato dalla protezione animali americana ed immesso sul mercato legalmente. Certo che se ognuno scrive o pubblica video montati ad hoc,per diffamare,noi italiani ci caschiamo subito: http://www.apbc.org.uk/blog/CM_Italy
    che ridicoli che siamo… gli unici nel mondo che siamo riusciti a vedere il male anche in una persona che salva cani, con un successo documentato del 75%! Voglio vedere in Italia chi salva una percentuale così alta di cani…ridicolo

    P.S: guarda caso chi ha intrapreso questa campagna contro Millan è gente che aveva appena pubblicato dei libri e associazioni di addestratori e veterinari che avevano perso clienti dopo aver destinato dei cani alla soppressione,come soluzione,poi recuperati dal metodo di Millan,perdendo la faccia come seri professionisti. Bella gente a cui credere,complimenti: abbocchiamo sempre a tutto,noi italiani,eh?!?

    RispondiRispondi
  9. Danilo

    La cmpagna denigratoria contro millan è assurda, immotivata, a dir poco esagerata e.. corporativistica!
    non vengono usati metodi violenti, il collare a strozzo è consigliato dalla maggior parte di educatori e comportamentalisti, almeno da quelli che non fanno parte di questa sorta di corporazione di veterinari e profeti della moda “gentile”.
    Che poi guarda caso sono quelli che i cani li fanno sopprimere quando non riescono a rieducarli come dicono loro, dopo aver fatto spendere fior di quattrini ai proprietari dei cani.
    Sul web si trovano decine di petizioni e articoli infamanti, sepolti però da una valanga di commenti di gente comune che i metodi di millan li ha provati o è stata consigliata da educatori sulla stessa falsariga di cesar, e che hanno ora cani educati e soprattutto tranquilli, a dispetto di quello che vorrebbero far credere i detrattori.
    ma questi detrattori cosa fanno oltre a scrivere libri e prendere soldi?
    non scherziamo, ogni amante serio degli animali di questa gente non sa che farsene e sa che deve rispettare la natura del cane, fino in profondità, ed è quello che insegnano quelli come millan. i quali sanno benissimo che non esistono cani irrecuperabili e lo sì che li salvano dalla soppressione quando troppo violenti.
    altro che bocconcini, la natura del rinforzino col biscotto al pollo non sa che farsene!
    niente violenza, ma energia positiva e carisma da leader, ecco come funziona in natura!

    RispondiRispondi
  10. Sante

    @Bruno:

    Cari ragazzi, credo proprio che dovremo impegnarci di più per comprendere la relazione che passa tra uomo e cane. Le tecniche di Cesar sono errate perchè non si può applicare la legge del capobranco tra due specie diverse e poi mettere loro un guinzaglio! Il cane non comprende. La dominanza dell’uomo sul cane non passa attraverso la costrizione, ma grazie alla comunicazione. I risultati che ottiene Cesar sono visibili sono a breve termine e solo se il “capobranco” è presente. Se lo stesso cane che si vede nel video venisse a contatto con una altra persona in assenza del “capobranco” verrebbe probabilmente sbranata all’istante. Non vogliamo e non si può avere un cane così. L’unica cosa in cui riesce Cesar nel suo lavoro è incutere paura nel cane quando è al guinzaglio, lo stesso cane che se richiamato al parco senza guinzaglio non tornerebbe mai dal suo “capobranco” (solo per fare un esempio). Noi dobbiamo essere leader divertenti e creativi per il nostro cane, in modo che lui voglia stare con noi e che non debba essere costretto a stare con noi. Se il cane ha problemi comportamentali non calciatelo, o sottomettetelo perchè un cane sottomesso è un cane aggressivo dentro. Rivolgete a rieducatori comportamentali che utilizzano metodi non coercitivi e rinforzo positivo. Un educatore riesce a far fare al cane tutto quello che vuole, ma un buon educatore fa in modo che il cane voglia fare quello che gli viene chiesto!

    RispondiRispondi
  11. annalisa

    Come??? allora secondo questo principio nessun umanodovrebbe avere dei cani, visto che sono razze diverse!!! non ho parole, questa polemica mi sembra di un assurdo che mi mette i nervi e sa tanto di interessi di categoria piuttosto che amore per gli animali.
    Poi non è assolutamente vero che il cane si comporta bene solo in presenza del “padone-capobranco” e con il guinzaglio, guardatevi bene tutte le puntate di questo meraviglioso e rivoluzionario programma prima di sparare, assurdo veramente.

    RispondiRispondi
  12. Marco

    Io sono a favore dei metodi Millan.
    Non ho interessi nel dirlo nè nel dire il contrario. Il mio favore deriva dallo sguardo, dal comportamento, e dalla felicità che traspare dal MIO cane utilizzando questi metodi (anche senza sottometterlo “coercitivamente”, ma giusto perchè è il mio e ce l’ho da quando aveva 2 mesi). Sono abbastanza un “fai da te” nell’educazione del mio cane, ma mi sono informato leggendo libri e tra questi quello di Millan mi è sembrato il più completo con metodi per niente coercitivi o violenti. Poi, ripeto, io ne parlo da “ateo” della materia e ciò che determina il mio favore è valorizzato dalla felicità del mio cane, che quando torno a casa non mette la coda fra le gambe e mi guarda da un angolo, ma mi viene incontro si siede e aspetta le coccole che come gli è stato insegnato gli arricano dopo il saluto ai gatti (che ci sono da prima di lui). Comunque rispetto anche chi critica positivamente, ma qui ne vedo ben poche di critiche costruttive…

    RispondiRispondi
  13. Silvia

    Sono stanca ma veramente di leggere simili stupidate su CESAR!!
    seguo il programma ho letto il libri e non solo i suoi.. Magari lodate Victoria St. per le sue tecniche +”dolci” colei che invece ha la soppressione facile!!
    Cesar è contro ogni forma di violenza… contro la soppressione di qualsiasi cani ha salvato e rieducato cani diventati “assassini” macchine da guerra create da padroni incapaci… ha salvato tanti cani dalla strada nutriti, sfamati e amati.. dove vedete la violenza?? avete mai visto una mamma quando insegna al suo cucciolo ?? osservate un cane in natura come si comporta non come fanno tra 4 mura super viziati pieni di stress e ansie..
    RIPETO MAI E DICO MAI VISTO CESAR MALTRATTARE UN CANE !! un colpetto con il tacco o con la mano è maltrattare quando si può salvare la vita a un cane o evitare che faccia del male a qualcuno?? è ovvio che dia fastidio a molti educatori o che si credono tali e anche ai veterinari dei quali molti appunto lui ha diffamato perchè consigliavano la soppressione a cani che lui ha invece salvato !!! INFORMATEVI INVECE CHE COPIARE E LEGGERE sciocchezze.. basta!

    RispondiRispondi
  14. raffaella

    @Sante:

    COMPLIMENTI HAI AZZECCATO PERFETTAMENTE LA SITUAZIONE…. IO HO 3 JACK RUSSELL DI CUI UNO UN PO’ PROBLEMATICO… SONO STATA DA 3 EDUCATORI (DEL C…. AGGIUNGEREI) E TUTTI CON METODI COERCITIVI HANNO ULTERIORMENTE PEGGIORATO LA SITUAZIONE… L’UNICO CHE E’ VERAMENTE UN EDUCATORE COMPORTAMENTALISTA CHE STABILISCE UN VERO RAPPORTO ANIMALE/UOMO MI STA AIUTANDO TANTISSIMO… APRITE LA MENTE E CAPITE CHE IN GIRO CI SONO TROPPI CIARLATANI CHE ANDREBBERO DENUNCIATI, CHE S’IMPROVVISANO EDUCATORI CINOFILI QUANDO NON SANNO METTERE NEACHE SEDUTO IL PROPRIO CANE…. BUFFONI

    RispondiRispondi
  15. Mara

    Io sto cercando lavoro in veneto come addestratrice di cani e ho visto cose davvero scongertanti! Dovremo invece prendere esempio dal metodo di Cesar perchè qua in Italia come ha detto un addestratore di Conegliano: “A cosa servono i cani se non per divertirsi!?!”. Io amo la natura e per questo non accetto questi simili comportamenti! ho letto molti libri sulla psicologia canina e tra tutti, quelli di Cesar sono stati i più vicini alla mia teoria! I cani hanno molte qualita positive e non si dovrebbero strumentalizzare solo perchè sono divertenti da vedere! Questo sito a parer mio dovrebbe studiare meglio la psicologia del cane: i cani non sono essere umani, infatti come altri animali, noi abbiamo caratteristiche e modi di porci di fronte alla vita completamente diversi! Un conto è curare l’animale fisicamente, un conto e curarlo psicologicamente! A parer mio nei vari centri di addestramento che ho potuto vedere in Italia il cane viene sfruttato come oggetto e non come essere vivente appartenente ad un branco! nel sito “Cesar Millan? NO, grazie” si capisce chiaramente che ci sono solo parole al vento; vengono scritte tutte queste fandonie perchè se in Italia arriva il metodo di Cesar, tutti gli altri centri di addestramento dovrebbero chiudere. Come capirete in Italia ci sono solo interessi economici, in qualsiasi lavoro. Non si aiuta il mondo per renderlo migliore, ma si aiuta solo se in cambio si ottiene qualcosa. Mi dispiace dirlo perchè sono anchio italiana, ma siamo solo degli egoisti che pensano ai proprio interessi e chiudiamo gli occhi a migliori metodi e soluzioni solo per motivi di denaro. Per tutto questo dobbiamo solo vergognarci. Cesar Millan ci ha fatto capire che pur diversi, tutti gli esseri viventi hanno un proprio codice per comunicare che può essere completamente diverso dal nostro, ma per forza: non siamo tutti uguali. se voi pensate che mettere un cane a pancia all’aria sia una cosa cattiva, rivedetevi meglio la storia dei primi cani apparsi nel mondo, vedetevi i comportamenti dei lupi e vedremo che ciò che fa Cesar è solamente parlare con un codice diverso da quello umano. Invece di criticare per paura che vi possano portare via il lavoro, ammettete di sbagliare.

    RispondiRispondi
  16. Ana Paula Barros Pinheiro

    L’invidia sta ammazzando queste associazioni che non risolvono niente, Cesar Millan è conosciuto e ammirato in tutto il mondo e queste associazioni pensano solo in apparire condannando Cesar, perchè così vedono i loro nomi sui giornali, visto che non li ascolta nessuno. Cesar Millan è Cesar Millan…il resto è invidia.

    RispondiRispondi
  17. Danae

    Cari ragazzi… qui mi pare che si travisi un pochetto…
    Cesar utilizzerà magari anche dei “calci” un po’ più forti di quanto non volesse in realtà, ma stiamo parlando di cani molto problematici e in fase di terapia d’urto. Starà poi al loro “padrone” (che brutta parola) mantenerne i benefici nel tempo. Ricordiamoci (e NOTATELO nelle varie puntate) che il problema, se il cane finisce col metterci i piedi in testa, sono i padroni che hanno un atteggiamento sbagliato. Se devono far fermare il cane, devono dire FERMO ! , non “tesoro dove vai…” e bastano pochi accorgimenti nel nostro comportamento per avere benefici senza bisogno nè di collari a strozzo nè di “tocchi” o “calci” o brutalità varie. Che dovremmo dire, allora di quelle aziende che li utilizzano per testare i loro prodotti? “Gioia… vieni qui che ti faccio una punturina…”. Quelli lì, però, passano in sordina eh ?
    Lui parla a gente che neppure si sogna di far fare un po’ di attività fisica al loro cane. Gli dice semplicemente di avere un po’ più di polso e di fargli scaricare l’energia! Cosa credevano, che avere un cane significasse avere un soprammobile? Io ho un jack russel e con il “tesoro dove vai” ho dovuto rincorrerla e salvarla dalle ruote delle auto di passaggio. I bocconcini terminavano il loro effetto quando smettevo di darglieli con l’unico risultato di farla diventare grassa. Un bel lavoro sul MIO comportamento (grazie ai consigli di Cesar) ha ottenuto risultati fantastici senza MAI nè un collare nè un calcio. Ora la mia cagnolina è felice e lo so da come mi guarda e da come mi accoglie al mio rientro. E il tutto SENZA SPENDERE UN EURO, soltanto lavorando SU DI ME.
    Meditate gente, meditate…

    RispondiRispondi
  18. franco

    Gli animalisti sono, la maggior parte delle volte, persone violente. Perchè è violento trattare gli animali come esseri umani. MILLAN FA QUESTO. Insegna agli uomini che i cani sono cani. E’ un atto di pronda intelligenza, rispetto e quindi amore. Voi animalisti non amate gli animali ma cercate di colmare delle vostre carenze affettive riversandole su di essi. VERGOGNATEVI…. ma tanto non lo capirete mai…. in psicologia credo che si chiami Sindrome di Bambi…. consiglio di analizzare a fondo la questione. In bocca al lupo! :-)

    RispondiRispondi
  19. silvia

    @LadyCat: @Gloria Dellavedova: @rosetta: Certo cara xchè all’associazione veterinari italiani gli rode che qualcuno sia più bravo!!!!!!! Loro i cani aggressivi e pericolosi nn li educano con metodi dolci…no…XCHè LI SOPPRIMONO DIRETTAMENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiRispondi
  20. silvia

    QUESTO è UNO SFOGO CONTRO CHI CRITICA CESAR MILLAN E ANCHE UN APPELLO:”IO HO TENUTO UN MESE UN CANE MORSICATORE E APPLICAVO QUEL METODO,IL CANE ERA UBBIDIENTE SENZA ESSERE CATTIVA CON LUI MA SOLO AUTORITARIA,AVEVA FATTO DEI PROGRESSI FANTASTICI,POI L’HO LASCIATO UN ORA CON UN DEMENTE CHE NN GLI HA ESERCITATO LA GIUSTA AUTORITà E PRESSIONE E MI HA MORSO IL FIGLIO…ADESSO IL CANE CHI LO PRENDE è??????????LO FACCIAMO SOPPRIMERE?????????????VEDIAMO VEDIAMO CHI SE LO PRENDE…NESSUNO LO VUOLE!!!!!!!!!!VEDIAMO LE ASSOCIAZIONI DI ANIMALISTI DOVE SONO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! “SILVIA 327/1880770

    RispondiRispondi
  21. Laura Ventricelli

    OGGI SI SA GLI ADDESTATORI CRESCONO COME FUNGHI IN UN PRATO. I METODI DI CESAR NON SONO ASSOLUTISSIMAMENTE COERCITIVI, MA SOLO ATTI AL BENESSERE DELL’ANIMALE.
    SECONDO MOLTI DI VOI IL COLLARE A STROZZO USATO SUL CANE E COERCITIVO, TUTTALTRO SE BEN UTILIZZATO E RACCOMANDATO DA UN ADDESTRATORE CHE FA BENE IL SUO LAVORO, RISULTA UTILISSIMO.
    AVETE MAI PROVATO A METTERE LA PETTORINA AD UN CANE DI GROSSA TAGLIA? E’ LUI A PORTARE , ANZI A TRASCINARE VOI E NON IL CONTRARIO.
    LASCIATE FARE AI VERI ADDESTRATORI DI CANI IL LORO LAVORO E I VETERINARI FACCIANO I VETERINARI E BASTA.
    IN CONCLUSIONE, CESAR, TU PER ME SEI UN GRANDE E AL MONDO NON ESISTE ISTRUTTORE MIGLIORE DI TE. LA MIA STIMA NEI TUOI CONFRONTI CRESCE OGNI GIORNO DI PIU’.
    LA VOSTRA E’ SOLO PURA GELOSIA.
    CORDIALI SALUTI. ;-)

    RispondiRispondi
  22. Cinzia

    Purtroppo in Tv ammettono programmi simili…Per rispondere a quello che parlava di democrazia…C’è un limite a quello che si può far vedere in Tv ed è giusto così. Il programma di Cesar è altamente diseducativo,e proprio qui se ne vedono i risultati,visto che scrivono tutti i fan che ora applicano i metodi a danno dei loro cani.Fan che sono tantissimi,per un motivo semplice : l’ignoranza in materia cinofila è veramente molto diffusa..Ora…il primo che in Tv dice qualcosa sull’argomento ed è una persona piuttosto carismatica,lo prendono per il massimo esperto(a da una parte li comprendo,non sanno che in materia cinofila non esiste un unica scuola,anzi c’è anche chi si improvvisa..quindi il solo titolo di educatore non è per niente una garanzia). Ma non così…la coercizione la usa eccome.Non si può negare. E a dire il vero non conosce nemmeno così tanto il comportamento del cane,dato che confonde un cane immobile per paura e evidentemente stressato con un cane rilassato.Se volete davvero capire in che stato d’animo sono i cani nella trasmissione,leggetivi il libro della Rugaas “I segnali calmanti” e poi rivedetevi le puntate. L’unica cosa che sa fare millan è costringere con la forza,spaventare,infastidire e soprattutto INIBIRE. Ma ora quello che mi preme non è fare la sapientona,ma vorrei piuttosto che davvero,voi che sostenete Cesar Millan, vi fermiate un attimo a riflettere se davvero è quello il modo migliore di relazionarsi con il proprio cane. Vi invito ad informarvi, a leggere,ad andare da un buon educatore, per arricchirvi e conoscere più opinioni e più metodi,e infine vedere quale di questi scegliere,ma in modo cosciente. Non fermatevi all’apparenza,andate a fondo,anche sulle questioni che ritenete ovvie.Per esempio la teoria(sottolineo) del capobranco..è davvero così che il cane vede la relazione con il suo padrone? Il linguaggio del corpo…com’è giusto interpretarlo? Le origini….il cane è uguale al lupo? Oppure è cambiato molto in oltre 100’000 anni? Gli strumenti…Forse sarebbe meglio fare attenzione a quali si usano? Il rispetto dell’animale non è la prima condizione? Quali sono da evitare e quali da utilizzare,al fine di non compromettere la relazione o non danneggiare fisicamente/psicologicamente il cane?
    L’elenco è lungo e spero possiate addentrarvi di più nel mondo della cinofilia e conoscerlo un pò meglio.

    P.S. Non sono solo i veterinari a disapprovare il metodo millan,sono anche moltissimi educatori cinofili.

    RispondiRispondi
  23. LadyCatLadyCat Autore articolo

    Grazie per i vostri commenti, in particolare a Cinzia, con la quale mi trovo particolarmente d’accordo ;-)

    RispondiRispondi
  24. ANIMALIFEANIMALIFE

    @Kiara: Buonasera a tutti, scrivo a Kiara, ma vale per tutti quelli “proMillan”. Ho letto commenti veramente agghiaccianti… e rimango perplesso e attonito, e mi rendo sempre piu’ conto (infatti NON la guardo piu’) quanto la telvisione mediatica, influisca negativamente sulla mente umana. basta che ci esponga una qualsiasi stronz….. e subito ne facciamo un “saggio di vita”. come la questione Millan. nei vostri commenti leggo: I METODI DI CESAR NON SONO ASSOLUTISSIMAMENTE COERCITIVI, MA SOLO ATTI AL BENESSERE DELL’ANIMALE.?? basterebbe conoscere un minimo di Etologia e certe frasi NON passerebbe nemmeno nell’anticamera del cervello… a Silvia: complimenti per il metodo….vedo che ha funzionato………..continua a seguire i “consigli” del toilettatore Millan (che altro non e’). non mi piace per niente,sopratutto perché si sta cercando di diffamare una persona come Cesar millan che tutto fa tranne che coercizzare gli animali.??? il “signor”Millan si diffama da solo con chi conosce i VERI fabbisogni e l’Etologia canina, non ha bisogno di aiuto..Il “signor” Millan, puo’ essere accreditato solo da coloro che………

    questi sono alcuni esempi che ho estrappolato dai vari commenti, quelli che mi hanno toccato di piu’, e ad ogni frase che leggevo, mi passavano davanti agli occhi quei cani che subivano “come dite voi, educazine”..! lasciate che vi dica una cos., che questo personaggio “lavora” (si fà per dire) solo ed esclusivamente sulla questione gerarchica, si che tratti cani fobici o aggressivi. esempio: e’ come se un medico trattasse due patologie completamente diverse con lo stesso farmaco…!!!voi andreste da un medico del genere??? inoltre le gerarchia negli ultimi hanni e’ stata messa in discussione da David Mech, che ha studiato per 13 estate i lupi in libertà. ho visto Millan usare collari a strozzo su cani brachiceli (esempio bulldog), cani che hanno già gravi problemi respiratori trasmessi geneticamente. molto probabilmente questo”psicologo” NON conosce il termine brachicefalo. il collare a strozzo provoca seri danni: traumi alla colonna certebrale,svenimenti, danni all’esofago e alla trachea,lesione ai vasi sanguigni dell’occhio.. inoltre il “psicologo” Milan non si limita a questo, ma bensi’ vò oltre: collari a strozzo con punte in metalli rivolte sulla cute del cane non che elettrici.. TUTTO CIO’, SECONDO VOI NON E’ COERCIZIONE?? non solo e’ coercizione, ma, maltrattamento allo stato puro.

    altro banale esempio, il “signor” Millan, crede (e solo lui), che rabaltando un cane pancia al’laria e tenendolo li fermo si conquisti la sua fantomatica leadership. AVETE MAI VISTO UN LUPO IN NATURA CHE AGISCE IN QUESTO MODO CON UN SUO CONSPECIFICO? o forse un lupo sottomesso si mette di sua spontanea volontà in postura di sottomissione passiva nei confronti del leader?? ma questo succede perche’ tale lupo riconosce nell’altro la supremazia perche’ ritiene ha le caratteristiche idonee per essere tale, ma! e’ una sua scelta la sottomissione NON forzata dall’altro.. nei lupi in natura non vi sono quasi mai scontri, e’ tutto molto ritualizzato.. MI FERMO QUI..altrimenti vado avanti all’infinito e il commento diventerebbe prolisso.

    RispondiRispondi
  25. Andreottico

    Leggere questo articolo mi fa veramente ridere,in tv si vedono trasmissioni diseducative sotto ogni punto di vista e fate di Cesar Millan un problema …..ce ne fossero di personaggi così…..
    Magari alcuni di voi lasciano i figli davanti alla tv o internet senza neppure preoccuparsi di cosa guardano….sono senza parole.
    Mitico Cesar…
    Ciao a tutti,comunque la pensiate ricordate che ci sono problemi veri per cui lottare…

    Dimenticavo : per i VETERINARI che fanno tanto i saputelli ,se veramente amaste i cani e non foste invidiosi (agite solo perchè toccano il vostro orto) LOTTERESTE per proporre un patentino obbligatorio a tutti i possessori,la bestia è L’uomo ,i cani sono degli animali e come tali vanno trattati,il troppo amore è spesso se non sempre controproducente,come vale per i figli……

    Ho un padre che è stato viceprimario in un ospedale di Milano,è andato in prepensionamento e poi in un ente privato,per diventare primario sarebbe dovuto entrare nel “sistema Italia “.
    Ho più fiducia in un infermiere che di certi medici…..,figuriamoci di certi veterinari,in italia le lauree compri spesso cccome i pomodori.
    Ma di che avete paura ? Non le sembra il caso di guardare i veri problemi….tipo obbigare i possessori di cani a fare un patentino..
    Cesar è troppo avanti ,l’invidia assieme all’avarizia è il peggior difetto..
    A volte, per non dire spesso anche i figli un po’ andrebbero strigliati,basta guardare come stanno venendo su i giovani….
    Sono del 1963,se la mia insegnante mi avesse dato una sberla per un comportamento scorreto in classe e mia madre ne fosse venuta a conoscenza me ne avrebbe dato un’altro piu’ forte,se non capisce gli esempi me lo chieda , gliene faccio altri.
    Se l’Italia sta andando a puttane (intendo moralmente) è anche per il finto buonismo che c’è…

    saluti
    Andrea

    RispondiRispondi
  26. Andreottico

    @LadyCat: LadyCat Vuoi dire che hai scritto tutto cio’ senza guardare almeno 3 o 4 episodi della trasmissione ? se è così non ho parole 2 volte

    RispondiRispondi
  27. LadyCatLadyCat Autore articolo

    L’articolo non l’ho scritto io, c’è una fonte ed è chiaramente citata. E poi, il programma l’ho visto, anche se non riesco mai ad arrivare alla fine di una puntata…

    RispondiRispondi
  28. ANIMALIFE

    @Andreottico: @Andreottico: credo che nel tuo primo commento ci siano molte discrepanze, come del resto in tutti i proMillan…
    e’ vero, che ci sarebbe altre problematiche importanti da discutere e da combattere, ma, in questa diatribe si parla del “signor” Millan.

    i Veterinari invidiosi de che…?!!! se mai e’ il contrario visto che questi sono laureati, e Millan nasce come toilettatore (che altro non è). inoltre per vostra informazione, NON sono solo i veterinari sono contrari al metodo “educativo” di Millan, ma: ASETRA, (Associazione di Studi Etologici e Tutela della Relazione con gli Animali), Scuole Cinofile (che si rispettino), Comportamentalisti, Associazioni per la tutela della fauna, Canili (quelli seri) e tutti coloro che conosco un minimo di Etologia.

    non capisco la parte del tuo racconto inerente al fatto della carriera di tuo padre, credo sia fuori luogo con il discorso trattato. NO!!?

    poi entri in contraddizione (come tutti i proMillan): prima dici che i cani sono animali, e quindi per te e il “concetto” Millan, vanno trattati come tali, aggiungi anche,come vale per i figli…… giusto? poi fai discorsi su come vengono su i giovani, portando l’esempio di quando andavi tu a scuola, che se prendevi botte a casa ne ricevevi altre, giusto? MA COME? PRIMA AFFERMI CHE I CANI VANNO TRATTATI DA ANIMALI, E POI ANTROPOMORFIZZI?? PARAGONDO LA VITA QUOTIDIANA DI UN ESSERE UMANO CON QUELLA ANIMALE??
    per vostra informazione, i cani hanno un repertorio comunicativo completamente diverso da quello umano, (mi rendo conto che non possiate capirlo seguendo quell’americanino). inoltre, possibile che tutta la TV spazzatura che arriva dall’America noi “pirlotti” Italiani dobbiamo farne “un saggio di vita”..!!!!!!!!! NON fatevi ingannare da quello che passa per buono sullo schermo, provate ad immaginare cosa succede dietro le quinte……… un buon prodotto, e questo vale per qualsiasi cosa, NON ha bisogno di tanta pubblicità o di fare mille puntate perchè si hanno le conoscienze..riflettete..!! qualcuno di voi ha menzionato Turid Rugaas, questa Signora e’ una GRANDE, leggete i libbri di Stanley Coren, a quest’ultimo l’americanino Millan, non e’ nemmeno degno di baciarli le natiche, credetemi..! ve lo dice uno che fino alla fine del 2008 ero come voi, si, un proMillan, mi vergogno a dirlo..

    RispondiRispondi
  29. ANIMALIFE

    @franco: HO UN GRAN RISPETTO PER LA FAUNA, E SE QUESTO PREGIUDICA “L’ETICHETTA” DI ANIMALISTA, ALLORA SONO UN ANIMALISTA..!! E COME LA STRA GRAN MAGGIORANZA NON SONO VIOLENTO (ANZI, ODIO LA VIOLENZA). COME DICI!?: Voi animalisti non amate gli animali ma cercate di colmare delle vostre carenze affettive riversandole su di essi. VERGOGNATEVI…GUARDA, HO LA FORTUNA DI AVERE UNA BELLA FAMIGLIA, ALLE RICCORRENZA SEDUTI AL TAVOLO SIAMO PIU’ DI 20, HO TANTI AMICI E UNA SPLENDIDA COMPAGNA, COME PENSO TANTI ALTRI AMANTI DEGLI ANIMALI, COME VEDI L’AFFETTO NON CI MANCA, QUINDI, NON SO’ CHI SI DEBBA VERGOGNARE CON CERTE AFFERMAZIONI CHE LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO… in neurologia si chiama: NON hai abbastanza cervello da capire quanto te ne manca……. eeh.., meglio in bocca al lupo che a Millan……………

    RispondiRispondi
  30. Cassandra

    Ma non diciamo str* per favore!! Metodi coercitivi?? Ma siete mai stati in un campo di addestramento per cani?? Se quelli di Cesar sono metodi coercitivi siamo arrivati davvero al limite… Adesso…. Non ci credo che nessuno abbia mai tirato una sberla al proprio cane!! Non cresci bene un figlio senza dargli mai una sberla figurati un cane!! Cesar spiega sempre che i cani non vanno trattati come bambini perchè nel momento in cui li coccoli e li vizi gli togli la loro natura. Sono daccordo che i cani non vadano maltrattati ma affermare che i suoi metodi siano coercitvi mi sembra un’esagerazione bella e buona!! Cesar sarà nato anche come toelettatore ma è crescendo con i cani che ha imparato a comunicare con loro… Avete mai visto Cesar picchiare un cane?? Io no!! Lui spiega sempre quello che fa al cane… lo sottomette nelle stesso modo in cui un cane verrebbe sottomesso dal suo capo branco!! Lui parla la loro stessa lingua… Ho visto persone che si ritengono che viziano i loro cani in modo spropositato credendo di fargli del bene… Cesar li tratta come vanno trattati e non come oggetti per la nostra compagnia e lo sfogo delle nostre frustrazioni. Trattiamo i cani da cani e le persone da persone… Vorrei chiedere alle persone che criticano i metodi di Cesar come farebbero loro a trattare i cani difficili!! Ne sarei davvero curiosa e sarei anche curiosa di vedere i risultati, che magari alla fine possono anche essere gli stessi, ma con che diversità di tempo.
    Se questo è un cattivo addestratore allora trovatemene uno bravo voi veterinari di non fatemi dire cosa…

    RispondiRispondi
  31. Mario Piazza

    Entrando nel merito
    1. chi pensa di gestire un cane di grossa taglia senza collare a strozzo e’ un illuso, meglio scegliere un barboncino
    2. chiamare calci quelli di Millan e’ un evidente segno di malafede
    3. ho passato 14 anni in Sud Africa, dove non ci sono lupi ma molti wild dogs (licaoni) con i quali sono stato a stretto contatto per la mia qualifica di “field guide” e vi garantisco che la sottomissione al maschio “alpha” avviene dopo sostanziosi contatti fisici e non per una ridicola e improbabile “volontaria sottomissione”.
    4. L’aggeggio nel collare e’ un vibratore e non da nessuna scossa…altro esempio lampante di malafede dei detrattori

    L’ignoranza di certe confraternite e’ pari solo alla loro presunzione!

    RispondiRispondi
  32. Davide

    In particolar modo per LadyCat e Animalife, ma per tutti i contestatori :
    penso conosciate la storia di Millan prima di giudicare, dite “nato come toelettatore” come per disprezzo ….
    Ora io Vi espongo il mio pensiero e una risposta sarebbe davvero gradita.
    Credo che chi è nato come toelettatore, facendo bene il suo lavoro anche con cani “difficili” e quindi aumentando la clientela del negozio per cui lavorava, avendo poi richieste per EDUCARE (e non addestrare) i cani altrui, se la sia guadagnata col lavoro la propria fama.
    Se via via ha avuto sempre più successo, aiutando anche personaggi famosi che sono venuti a conoscenza del suo operato e che poi l’hanno a sua volta aiutato ad andare in TV ampliando enormemente questo successo, non posso certo incolparlo, ovvio che si goda i frutti del proprio lavoro.
    Associazioni e varie non sono astratte, sono composte da uomini e donne, parlano a nome dei professionisti loro iscritti, che hanno frequentato corsi(e in molti casi pagato, io volevo fare un corso di addestramento e mi sarebbe costato bei soldoni), e ovviamente tendono a tutelare i pezzi di carta che rilasciano.
    Ora dopo aver frequentato (e forse pagato) questi bei corsi si ritrovano con questo bel pezzo di carta e non sempre (NON DICO TUTTI – NON STRUMENTALIZZATE) sono capaci di raggiungere lo stesso grado di empatia maturato in una vita di passione, da un ragazzo provendiente da una famiglia povera senza alcun titolo, e per questo bistrattato.
    Ad esempio cito il caso del cane che non voleva camminare sul linoleum, trascinato a forza da Cesar, ora ci cammina tranquillamente e in trasmissione ogni tanto fanno un collegamento con la proprietaria, che ha mostrato come il cane ora va a scuola tutti i giorni con lei.
    Altro esempio (scritto sopra) del cane trascinato con violenza in piscina, ora entra da solo in acqua e fa il bagno con il bambino di casa.
    Le mie domande sono queste :
    1) Pensate che quei padroni famosi per cui ha lavorato, che trattano i loro cani meglio di come sono trattate molte persone, lo avrebbero appoggiato nel suo lavoro se avesse fatto del male ai loro cani tanto amati ?
    2) Pensate che possa bastare un pezzo di carta o uno studio per sapersi relazionare con un animale o pensate sia meglio aver maturato una certa esperienza ed empatia ?
    Ho personalmente conosciuto un’addestratrice con tanto di DIPLOMA che tiene i suoi cani nel kennel tutto il giorno, tranne le due ore di addestramento, stanno bene dice lei …. io la penso diversamente, l’ho salutata dopo tre lezioni.
    3) Questi addestratori che lo contestano sono in grado di gestire una quindicina di cani tutti assieme ? Questa mi sembra sia una capacità oggettiva.
    4) Il cane sul linoleum : viveva meglio a casa da solo oppure è stato meglio forzarlo per fargli passare la paura e permettergli di passare tutte le mattine con i bambini in questa scuola ?
    5) Il cane in piscina : perchè ora entra da solo in acqua ?
    6) Molti dicono che hanno già sentito altri addestratori, che sono all’ultima speranza, meglio forzare i cani e imporsi su di loro, anche con un pò di forza nei casi più difficili, al fine di farli rimanere a casa oppure è meglio portarli in un canile USA ? Dove se non vengono adottati entro tot. tempo vengono soppressi ?
    7) Come spiegate i casi dei bambini a cui sta solo dando istruzioni per educare i loro cani e che gli comunicano i risultati positivi ? Fa usare la forza ai bambini ?
    8) Rinforzo positivo (per il quale sono d’accordo) : so per esperienza diretta che col biscottino è facile, il cane farebbe di tutto per il biscottino, meglio il wurstel … ma alla lunga il cane capisce anche quando non ce l’hai, e allora ciccia che ti ascolta.
    Com’è che lui ottiene risultati senza gratifiche alimentari ma solo con carezze e parole?
    PS = so che è un rinforzo positivo anche questo, ma in genere meno apprezzato dal cane, so anche che ci sono cani che rifutano il biscotto ma vogliono la carezza, ma sono pochi.

    Prima di finire due osservazioni :
    - Non mi pronuncio nemmeno su quelli che chiamate calci , ma se posso fare un paragone “umano” vi dico che c’è una differenza abissale tra un pugno e una pacca ;
    - Il collare a strozzo: non ho mai visto Millan trattenere un cane che tirava fino a fargli mancare il respiro, anzi, ripete sempre l’importanza di lasciare morbido il collare e far percepire al cane la calma, dà colpetti leggeri e si ferma se il cane tira, e alla fine il cane cammina come se il collare nemmeno l’avesse.

    Ripeto : secondo me si chiama INVIDIA, è una brutta bestia che vive negli uomini. Forse un pò è anche paura che la gente impari a gestire il cane e ti tolga il lavoro. Uno che ha studiato ed ha il pezzo di carta HA IL DIRITTO di addestrare/educare e farsi pagare per questo, che diamine !
    Io ho applicato qualcuno dei suoi metodi, SENZA MAI FAR DEL MALE AL MIO CANE (non gliene farei mai), ed i miei risultati li ho ottenuti, meglio che con l’addestratore diplomato che li rinchiude nel kennel (tengo a precisare che è un’esperienza mia personale da non generalizzare).

    Ciao a tutti e scusate la lungaggine. ;-)

    RispondiRispondi
  33. JENNY87

    Cesar Millan è un grande perchè riesce a mettersi a livello dei cani, li capisce e aiuta e NON guardandoli dall’alto in basso, da essere “superiore” ma nel rispetto della natura e delle sue regole che noi umani abbiamo dimenticato da moooolto tempo! c’è differenza tra violenza e autorità, tra amare e viziare! chi parla male del programma non ha capito niente mi dispiace! Guardatelo attentamente ASCOLTATE quello che dice OSSERVATE quello che fa! Io ho seguito i suoi consigli ed ho un rapporto splendido con il mio cane di rispetto e fiducia!

    RispondiRispondi
  34. Valeria

    Non mi interessa rispondere alle cose scritte nell’articolo.
    Ma il mondo è bello perche vario, cesar millan non usa violenza se qualcuno non è d’accordo, ok si accetta ma perche a chi piace il programma deve essere vietato?????
    Io adesso l’ho conosciuto, voglio leggere i suoi libri, e voglio vedere le puntate dove starebbe scritto che deve essere vietato?
    Lo dicono addestratori e veterinari ? chi ? nome cognome e che tecniche loro invece usano, cosi e troppo generale, e io mica mi fido solo del titolo ,ma dei FATTI e Cesar li ha dimostrati.

    RispondiRispondi
  35. Jessy

    Io credo che il fatto che millan dia la colpa all’uomo se i cani hanno problemi, le persone non lo digeriscono affatto…..
    Ho cresciuto cani da piccolina, e ho quasi le stesse idee di millan, quando parlavo con persone esperte, mi aggredivano (no parlare in modo civile) proprio toni di antipatia nei miei confronti ed deve essere cosi……
    ^_^ sono contenta esista millan, mi ha dato una grande mano, per credere in me stessa e non farmi condizionare da nessuno, io i miei 5 cani li ho cresciuti in modo meraviglioso, cani maltrattati considerati irrecuperabili …..
    Chissa perche piace tanto alla gente la parola “irrecuperabile” noi uomini (amanti e non) dobbiamo ammettere che guardiamo ancora il cane dall’alto in basso, e no come un essere vivente come tutti gli altri.

    RispondiRispondi
  36. giulia-lorenzo

    E’ facile trovare il marcio dove non cè! Proviamo a trovare il perchè a questo accanimento.. Si chiama BUSINESS!! Altrimenti il lavoro dei veterinari a parte le visite andrebbe a p…… ! Adoro Cesar e il modo in cui si rapporta con i cani! Magari fosse in Italia!!

    RispondiRispondi
  37. angelo.cardillo

    @Gloria Dellavedova:
    Ciao, mi rendo conto che per alcuni le cose siano davvero strane. Ma in nessuno dei video che ho visto io il famoso Cesar ha mai fatto riferimento o caso al linguaggio del cane. Da nessuna parte è stato detto di stare attenti a quello che il cane dice. Non si parla dei segnali calmanti che quelle povere creature manifestano, non si parla di ricompense o cose di questo genere. Si stressa il cane fino a quando questo dopo aver tentato di difendersi rinuncia a qualsiasi cosa. Non penso che sia mai stato spiegato che il cane non capisce la maggior parte delle punizioni. Si dice che con quel metodo si risolve la dominanza quando nella maggior parte dei casi di solito il cane è solo spaventato. Ma siccome questo trasmissione si radica su credenze popolari di vario genere che ignorano il fatto che i cani tra loro comunicano, riporta indietro la situazione. C’e’ gente che seguendo gli insegnamenti di Cesar picchia il cane prima di dargli il cibo in modo (secondo lui) di far capire chi comanda. Dico solo una cosa, “l’addestramento” come dice lui, porta a rimuovere alcuni comportamenti in modo momentaneo.. Il cane viene rovinato xchè ora dagli umani si aspetta calci, strattoni e cattiverie varie. Con questo sistema non si addestra nulla. Mentre con sistemi positivi si possono addestrare anche molti altri animali a partire dai granchi o pesci rossi fino a cani cavalli e altri animali da zoo. Vi dico informatevi sui metodi positivi prima di dire che l’unica cosa che avete visto è corretta. Se uno non capisce i segnali che da un cane non puo’ commentare certe immagini.. Sisi.. sto dicendo segnali e linguaggio del cane.. Si tratta di una vera e propria lingua..
    Ciaooooooo

    RispondiRispondi
  38. katiuscia

    :twisted: dunque ho gia avuto uno scambio di opinioni su questo programma…io dico questo: non sono un’educatrice cinofila e quindi non ho le nozioni giuste x giudicare le sue tecniche so solo che conosco parecchi educatori che mentre studiavano x i vari corsi si sono letti il suo libro…ora premetto che la gente è un po pecora…cioè se uno dice A tutti dicono A … ho visto parecchie puntate di cesar, e in molte la gente lo ha ringraziato ,piangendo, hai provini deol suo programma ci sono state una infinità di gente in fila da ore e ore x farsi aiutare da lui….se fosse una persona che adotta tecniche aggressive non avrebbe un’esperienza di 25anni…o no?! diciamo che molti veterinari non sono preparati sul comportamento canino e a volte risolvono il problema con medicinali…forse è x questo che screditano questo programma…
    ps:scusa angelo ma seccondo me sei tu che non hai visto bene il programma xkè in tutte le puntate che ho visto io si fa riferimento alla psicologia del cane,al linguaggio del corpo che trasmette il cane…ti faccio alcuni esempi di puntata: “come crescere il cane perfetto” “le razzze pericolose” queste sono le puntate che ho registrato e per me che mi sto appassionando a questo mestiere sono servite molto…e assolutamente non diamo che cesar insegna a maltrattare i cani xkè è una palla maga galattica…in nessun episodio si vede cesar che insegna a picchiare il cane x far capire chi comanda… veramente siete solo delle pecore(non è un’insulto è x dire che se uno pensa che gli asini volano tutti la pensano così….) poi dico una cosa ma xkè la gente deve far polemica x tutto…se lo volete guardare questo programma bene altrimenti non guardatelo e bona finisce li il discorso!!!! che vergogna!!!!!

    RispondiRispondi
  39. ilveronelmezzo

    Inutile spendere parole, questa trasmissione fa leva su una debolezza umana troppo facile da sfruttare ed impossibile da vincere.
    Il messaggio è semplice: non pensare che sia necessario imparare e studiare, non considerare il fatto che esiste un diploma europeo che si consegue con anni di studio DOPO la laurea in medicina veterinaria per diventare competenti in questo campo. Io ti mostro che con 30 minuti passati in poltrona a guardare me, che non ho avuto bisogno di studiare, puoi diventare un esperto anche tu.
    In questo paese, dove tutti sanno fare i magistrati, i medici e gli allenatori di calcio, figuratevi se qualcuno si ferma a pensare, naturalmente tutti addestratori subito.

    RispondiRispondi
  40. Katiuscia

    Qui nessuno mette in discussione che x diventare veterinario o educatore bisogna studiare! Solo che i corsi x educatore costano minimo 1200euro quindi magari molti(come me) non possono permetterselo subito e quindi leggono libri,guardano su internet o guardano programmi in tv!sto leggendo un libro: l’intelligenza dei cani di stanley coren è un libro di psicologia scritto da un docente di psicoaniga e addestratore cinofilo e non dice che un branco deve essere costituito da una sola razza! Ve lo consiglio xke parla anche dell’evoluzione della razza canina!ah e come dice cassandra nei campi di addestramento cinofilo usano le stesse tecniche di cesar e l’unità cinofila della protezione civile di piacenza come consiglio di lettura cita proprio il suo libro “l’uomo che parla ai cani” e con questo penso di aver detto tutto! :) grazie

    RispondiRispondi
  41. CAPRE

    Ho letto ogni singolo libro di Millan e lo seguo da una vita..i suoi metodi sono più che validi specialmente con cani difficili..seguo anche Victoria Stilwell. Comunque è inutile..i veterinari da quando c’è Cesar Millan perdono colpi..io con il mio cane adopero alcuni suoi metodi e sinceramente i risultati sono appaganti. Ps: sono vegana ed animalista ma non lo sono al punto tale da avere gli occhi bendati. Prima di sputare veleno su una persona sarebbe il caso di leggere un minimo i suoi libri e conoscere un po’ la lingua così capireste che ciò che vogliono farvi credere non è vero. e cmq noi PAGHIAMo PROFUMATAMENTE SKY quindi chi ha problemi con NatGeoWild evitasse di farsi l’abbinamento e continuasse a seguire le minchiate dei canali nazionali.

    RispondiRispondi
  42. Matteo

    Cesar Millan è una gran persona, leggetevi i sui libri oltre a vedere i suoi programmi. Oltre al rapporto con animali, è di grande insegnamento anche il suo rapporto umano. Potete dire quello che volete, addirittura ho visto su internet un fermo immagine di Cesar col dito medio alzato come se sembrasse quello che tutti sappiamo, e tutti a criticare. Mentre se vedete il video il dito medio alzato si riferisce alla coda del cane mentre Cesar sta spiegando un determinato comportamento. Che tristezza. L’invidia e la gelosia sono proprio una brutta cosa!

    RispondiRispondi
  43. Stefania

    Ah sì? Nemmeno a me piace Cesar quando strattona i cani, ma per il resto mi sembra che dica e faccia anche mille cose giuste!

    E poi, cara Associazione dei Veterinari, siete quelli che avete appena votato A FAVORE DELLA VIVISEZIONE!!!

    Avrei altre belle parole per definirvi, razza di ipocriti, e non le scrivo solo perchè so che mi censurerebbero! Andate a …….!!!!!

    RispondiRispondi
  44. Giulia

    @rosetta: @Gloria Dellavedova: cesar non maltratta i cani!!!!!! tutto quello che dicono sul “fargli male” è assolutamente FALSO!!!!!!!!!!!! cesar educa i cani sicuramente molto meglio di tutte le persone che usano i croccantini ecc. In un branco di lupi c’è un capo branco che controlla e domina su tutti gli altri…dopo aver stabilito il capo i gregari lo rispettano e lo amano. Cesar usa il metodo dei lupi che in effetti anche i cani adoperano…dopo aver stabilito il capo il cane gregario si tranquillizza e si calma. A questo punto vi chiedo (a voi che dite che cesar maltratta i cani) SECONDO VOI I CAPIBRANCO LUPI MALTRATTANO I LORO GREGARI????? io penso proprio di no e cesar non fa altro che imitare i lupi…in poche parole non maltratta i membri del suo branco e si comporta da bravissimo leader.

    RispondiRispondi
  45. Sele

    è una TRASMISSIONE TELEVISIVA e come tale deve essere presa!
    È come se dopo aver visto Bear Grylls spiegare i trucchi per sopravvivere nel deserto fossimo in grado di partire per il Sahara. Il programma televisivo intrattiene la gente. Credo che una persona con serie necessità di addestrare il suo cane sia perfettamente in grado di rivolgersi ad un addestratore qualificato e non improvvisarsi tale dopo aver visto Cesar su Cielo!
    Al di là del fatto che io seguo la trasmissione già da tempo su sky e non ho mai visto nessuna violenza ai cani, nè collari a strozzo (a meno che non fossero già utilizzati dai proprietari), nè tanto meno calci.

    RispondiRispondi
  46. Denise

    MA PER FAVORE…come ho già letto in altri commenti grazie al metodo “ERRATO” di Cesar Millan si evita di abbattere dei cani perché troppo aggressivi. Se non avete fatto caso (il chè è impossibile) Cesar riesce a gestire un branco di più di 40 cani e come molti sanno la maggior parte dei cani sono pitbull, rottweiler, dobermann che venivano “usati” per combattimenti tra cani. Quei cani qui in Italia sarebbero già stati abbattuti. Gli ignoranti continuano a dare retta e credere alle dicerie di veterinari o associazioni o in questo caso la SISCA semplicemente perchè hanno un titolo di studio o sono studiosi o semplicemente hanno minima esperienza con i cani. Dovete capire che anche loro sono persone come noi e provano sentimenti tra cui l’INVIDIA che è proprio una brutta bestia. Date alla SISCA da riabilitare un pitbull proveniente da combattimenti tra cani…vedremo così se i loro metodi possono funzionare.

    @Sante:
    MA SMETTETELA CON QUESTE STUPIDAGGINI…leggi un pò di libri informati bene prima di giudicare in questo modo gente che ne sa sicuramente più di te.

    @Cinzia:
    Riferendomi al tuo PS…ma secondo te perchè proprio i veterinari e gli educatori cinofili a sputare sentenze sui metodi di Cesar??? Rode a tutti loro PERDERE SOLDI a causa di un bravo non educatore ma psicologo.
    Le persone di cui tu stai parlando sono le stesse che prendono un cane proveniente da combattimenti fra cani e lo fanno abbattere perché diventato troppo aggressivo. Tu sei l’esempio di finta animalista. Brava credi pure a tutte le puttanate che dicono.

    RispondiRispondi
  47. Emanuela

    Cesar Millan dovrebbe vedere in che condizioni detengono i cani la gente qui in Italia, scommetto che riuscirebbe a riabilitare tutte quelle povere bestie legate con 1 metro di catena per tutta la loro misera vita… andate a quel paese…

    RispondiRispondi
  48. Davide

    Ciao a tutti,
    è la prima volta che scrivo. Scriverò qui per portare la mia personale esperienza con i cani e con il metodo Millan. Non sono qui per offendere, ma solo per difendere. Allora: parto dal fatto che sono Laureato in scienze naturali, lavoro in Africa e di animali ne vedo e ne ho visti a bizzeffe e la violenza, come la dolcezza e la serenità fanno parte del regno animale. Lo stesso vale per il regno delle piante ecc. Dico questo in risposta a chi dice che nel regno animale esiste solo rispetto e niente violenza: FALSO!!! Per quanto riguarda la mia esperienza con i cani, devo ammettere che il metodo Millan, funziona alla grande. Io ora ho due cani, di cui uno prelevato da un signore che non lo desiderava più e che non era per niente educato. Non camminava al guinzaglio, scappava se liberato ed era ansioso. Ora è totalmente l’opposto: se lo libero, mi cammina a fianco e nion scappa più. I miei parenti, hanno visto questa trasformazione nel cane e hanno visto il nostro rapporto consolidarsi sempre più. Ora io e i miei due cani maschi, siamo inseparabili e mi seguono in giro per casa e sono l’unico che ascoltano, ma non per paura, ma per rispetto. Pochi giorni fa ho lavorato con un cane aggressivo di un mio vicino, che mi ha morso. Quando vede un cane, esce di testa, tira e morde chiunque lo trattenga. Ho applicato il metodo Millan e nel giro di cinque minuti i due camminavano vicini assieme senza problemi. Co vorrà ancora del tempo, ma nel giro di una settimana, quel cane sarà perfetto. e di esempi così, ne ho tanti. Il metodo Millan funziona e l’etologia scientifica è una scienza empirica (fatta per esperimenti e statistiche) e quindi non perfetta. Un metodo è valido, quando funziona. E quello di Millan funziona. I risultati ci sono e si vedono. Il rapporto uomo-cane non si distrugge come dicono in molti. Io l’ho provato. Non sono mai stato legato come ora ai miei cani e loro a me. Ripeto seguono me e se me ne vado mi aspettano al cancello (e Pluto, quello abbandonato) addiritttura abbaia. se questo è un metodo che è coercitvo e i risultato è questo, allora i cani sono stupidi e si affezzionano a chi gli fa del male. Ma siccome non lo sono, allora è un metodo che funziona lla grande. E poi, un personaggio che va nei canili e seglie i cani e li riabilita e li prende con sè, è un personaggio che si può solo imitare. Ma come sempre, l’Italia è l’unica che si deve far riconoscere quando tutte le altre nazioni lo apprezzano, criticandolo magari, ma permettendogli di fare il suo lavoro. Ciao a tutti!

    RispondiRispondi
  49. Enrico

    L’associazione veterinaria.E quindi? Quanto ce ne sarebbe da dire sui veterinari. Certo che se si scopre che invece di spendere fior di quattrini per 20 sedute con un addestratore, si può risolvere con un diverso approccio padrone/cane, beh, capisco che associazioni e co. si mettano sulla difensiva.
    Ma che si preoccupino di vedere come addestrano cani i tanto blasonati addestratori che ci sono in giro nel nostro paese. Veramente non ne posso più di tutti questi sapientoni che sparano solo per difendere il loro orticello.
    Vai Cesar non pensare che in Italia pensiamo con la testa delle associazioni.

    RispondiRispondi
  50. Angelo

    Chi dice che Cesar Millan è una sorta di mostro,secondo me dice una gran c******! Non mi ci metto nemmeno a discutere,dico solo che ho visto moltissimi episodi,e non ho mai,e dico mai visto tecniche coercitive errate.
    Certo che qualcosa di coercitivo,dato che sono animali,va usato se non violentoma,e mi pare che le vostre parole,davanti ai risultati eccezzionali conseguiti da quest’uomo,stiano a zero.Qualcuno ha detto che è solo per guadagnare soldi,svegliati bello,che tutti fanno qualc’osa per portare il pane a casa.Pensate ad attaccare i delinquenti. Non ci potevo credere quando ho letto l’articolo!! Cesar è una gran persona oltre che un eccelllente psicologo canile.Grande amico!!

    RispondiRispondi
  51. Remo

    @Rosetta da quello che ho letto vuoi solo dei soldi per fare cosa?????
    @Sante, @Cinzia, @angelo.cordillo, @Animalife CHE LAVORO FATE vi prego di rispondere sinceramente
    @Animalife il lupo si sottomette al capo branco e anche i cani lo fanno,
    ma che ANIMALIFE sei se non sai neanche queste cose elementari che sa anche mio nipotino di12 anni è veramente incredibile guardati qualche filmato o leggi qualche libro perché secondo me sei veramente ignorante nel senso che ignori le cose.
    @Giulia-lorenzo c,è e si chiama Massimo Perla cercalo su internet
    @Annalisa Brava risposta giusta data @Sante che a tutt’oggi non ha replicato
    @Andreottico sono d’accordo
    Vorrei anche dire questo, nessuno e dico nessuno di noi conosce direttamente Cesar sia quelli a favore che quelli a sfavore ma ognuno di noi a un’opinione diversa e nella sua vita può fare e dire quello che vuole a patto che sia nel rispetto delle idee delle altre persone ma da qui a chiedere di fare una petizione per non far trasmettere una trasmissione e addirittura e chiedere dei soldi (vedi @Rosetta) ce ne corre. SIAMO ARRIVATI VERAMENTE ALLA FRUTTA
    in questo sito c’è uno stemma con 2 gatti uno nero e uno bianco che dice CONTRO OGNI FORMA DI RAZZISMO UMANO E ANIMALE
    e quello che chiedete non è una forma di RAZZISMO? :?: :!:

    RispondiRispondi
  52. anne

    ciao, da un po’ mi sto interessando, leggendo quà e là su net, del mondo dell’educazione del cane dato che per me è la prima esperienza e sto cercando di farmi un’idea su come educare il mio amico peloso senza farlo diventare un giocattolo telecomandato…per ora non sono ancora in grado di entrare nel merito di questa discussione, però ci tengo a chiedervi il parere su una cosa che mi ha lasciato perplessa. qualche gg fa ho letto un blog di un comportamentalista e in alcuni commenti lasciati dall’esperto si diceva di utilizzare una sostanza (con dosaggio e tempi precisati), tipo dei ferormoni se non ho capito male, per correggere il rapporto troppo aggressivo del cane verso i suoi simili e le altre specie…io da inesperta vi chiedo se vi sempra giusto educare un cane con dei farmaci? o è meglio utilizzare tecniche più “naturali” che siano quelle di millan o di qualsiasi altro addestratore? scusate per essermi intrufolata nella discussione…

    RispondiRispondi
  53. Mauro

    Per il momento rimango fiducioso e convinto che Millan, un ragazzo che a circa 21 anni migrò da clandestino dal Messico in America con solo 100 dollari in tasca, sia una persona capace e che abbia sviluppato una profonda conoscienza del comportamento canino.
    Per il resto , già mi sono espresso su altri siti, è chiaro che ci sono due grossi schieramenti; pro Millan e contro!
    Sinceramente sono molto più convinto del lavoro di Millan che della campagna mediatica denigratoria che molti gli stanno facendo!
    Mi sembra un pò come le scoperte ecologiche ed economiche che tutti rifiutano perchè non fanno comodo a nessuno! Poi li vorrei vedere questi fenomeni della Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani,…certi macellai ci sono in giro….

    RispondiRispondi
  54. Mauro

    Ciao anne, ti posso confermare quasi con certezza che alcuni presunti comportamentalisti si aiutano con dei farmaci…..non aggiungo altro!
    Poi fanno i moralisti…

    RispondiRispondi
  55. angelo

    Mah…. ! questo articolo onestamente mi sembra un pò strano . Non voglio giudicare la validità scientifica dei metodi messi in atto per “educare” gli animali anche perchè non ne sono in grado. Posso dire però di non aver visto affatto tutta questa violenza applicata nei confronti degli animali, anzi mi sembra di aver sentito più volte dire nel programma che sono i padroni degli animali quelli da educare. Senza mancare di rispetto a nessuno ma tutto questo mi fa un pò ridere…In un paese dove vengono abbandonati e lasciati morire migliaia di cani, dove le condizioni dei canili sono pietose, dove è legale ancora la vivisezione, dove esistono ancora sirchi itineranti andiamo a stigmatizzare su un programma che in fin dei conti fa trasparire un messaggio chiaro, e cioè quello di voler bene agli animali e di fare tutto il possibile per vivere nel miglior dei modi insieme a loro…..mah !!…..

    RispondiRispondi
  56. gal

    Cesar Millan!?? SI GRAZIE, grazie a lui tanti rotwailler e Pitbull hanno trovato la felicità, tanti veterinari che solo guardano il soldo, sono i primi con le loro puntura a abbatere un cane dificile, è facile parlare male della persona che sà lavorare e GRATIS, ma è triste vedere come questi “parlanchini” parlano male di una persona estupenda per noi, latini, dove la realtà dei nostri cani è molto diversa, ma diciamola tutta, ci sono gentaia cattiva, che mettono dei veleni ai cani, e non si fà nulla, questi si sono dei pericoli con gamba, non Cesar, e perch+è bnon parlate de Illusion, che fà un grande lavoro con la giuventù in dificoltà caratteriale?? Imparate da loro ragazzi imparati da loro.

    RispondiRispondi
  57. Irene

    Ma state scherzando spero ! Altrimenti c’è da diffidare proprio l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani !!!
    Cesar Millan non pratica nessun tipo di violenza ai cani, i suoi sono solo lievi tocchi correttivi che hanno il solo scopo di distogliere il cane dal comportamento sbagliato in atto. Cesar Millan non doma affatto il cane trattandolo come una macchina ! Questo lo fanno gli addestratori che anzi costringono i cani a far divertire l’uomo facendogli fare esercizi che non sono nella natura dei cani, e Cesar Millan è proprio contrario a tutto ciò !
    Lui insegna a comunicare con i cani usando il loro stesso linguaggio che prima di tutto deve essere olfattivo (“Non guardare, non parlare, non toccare”). Impara a diventare dei capi branco calmi e decisi, per nulla violenti o prepotenti ! Siamo noi che dobbiamo rassicurare i nostri cani, che dobbiamo infondergli calma e fiducia. Il capo branco nel mondo animale non è un dittatore dispotico, ma è una guida che supporta e indica il comportamento da seguire. Quando Cesar mette i cani sul fianco lo fa solo per aiutarli a rilassarsi, a sottomettersi. E nel mondo animale la sottomissione non è negativa come nel mondo umano ! Nel mondo animale sottomettersi al capo branco equivale al figlio che obbedisce rispettosamente al proprio padre e alla propria madre !
    L’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani dovrebbe anzi lodare i metodi di Cesar Millan perchè non solo permettono di far rilassare i cani, calmarli, evitare aggressività, dominanza, territorialità, insicurezza, eccitamento eccessivo e panico, ma servono soprattutto a rieducare gli uomini, a trovare calma e sicurezza in loro stessi, ad evitare di trattare i cani come bambini viziati.
    Cesar Millan insegna a rendere i cani e i padroni socievoli, capaci di stare con altri cani e con altre persone, anche con bambini piccoli, in maggiore serenità e sicurezza. Dovreste dunque solo vergognarvi per questo articolo che secondo me denota solo molta invidia nei confronti delle spiccate qualità e capacità di Cesar Millan.

    RispondiRispondi
  58. Massimo

    Dunque, Vi ho letti tutti con molto interesse. Ora vorrei dire la mia. Senza scagliarmi contro nessuno, ma volendo semplicemente ragionare sulla questione. Dico subito, che io sono un prò Millan, perchè le cose che ho visto sono straordinarie. Ora dico, se fosse vero quanto queste associazioni veterinarie sostengono, perchè non ” combattono ” Millan con l’informazione ? perchè non mostrano al pubblico i loro metodi, dimostrando come questi siano superiori e migliori a quelli di Millan ?. Io leggo solo invettive, paroloni contro Millan, riferimenti a questa o quella associazione contro Millan, ma non trovo nessun vero riferimento ( link etc ) solo parole, parole, parole, Mentre Millan ” mostra ” le sue straordinarie capacità. Io ho letto Conrad, qualcuno lo citava, forse ho sbagliato libro, ma non mi pare che entra così in profondità in certe questioni da poter fare riferimenti ai metodi Millan , comunque sia ancora una volta mancano riferimenti. Mentre si assiste a patetici insulti da una parte e dall’all’altra. la discussione e il confronto è la culla del sapere umano. Sono pronto ad ascoltare tutti, con il solo desiderio di non essere offeso ed insultato a motivo delle mie personali opinioni tratte da un sano confronto.

    RispondiRispondi
  59. Gianfranco

    Cara LadyCat,
    i medici veterinari della SISCA (Società Italiana di Scienze Comportamentali Applicate) consigliano di somministrare al proprio amico a quattro zampe tranquillanti, ansiolitici e psicofarmaci la notte di capodanno. Io non sono un veterinario ed il mio cane (Dakota) senza ingerire prodotti farmaceutici dorme sonni tranquilli il 31/12. Bisogna anche dire che Dakota l’abbiamo preso in un allevamento dove l’arma addestra i suoi cani, aveva mille insicurezze e mille paure.
    Non entrava in bagno, non camminava sulle grade dei marciapiedi, scappava al passaggio di auto, camion, motorini, aveva addirittura paura della sua pallina da gioco.
    Come dico ai miei clienti: “Ascolta il cuore”.
    E’ un po’ come essere genitori, nessuno ti dice come fare ma sai benissimo quando è il caso di dare una sculacciata e quando complimentarti.
    SENZA DARE FARMACI ho fatto crescere l’autostima del mio cane con una tecnica usata anche nel campo della psicologia umana, lavorando molto sulle distanze dalla fonte della paura e stimolando a tempo debito l’istinto predatorio che risiede in ogni cane.
    Oggi Dakota è un cane conosciuto da molti perchè collabora nella rieducazione di tanti cani e questo non è avvenuto grazie alle mezze verità di striscia la notizia o al gioco di interessi che ci sono sui farmaci per animali domestici.
    Per chi ha dei dubbi visiti il link:
    http://www.gianfrancomagro. altervista.org
    Grazie Lady per il tuo articolo sono sicuro che il tuo amore per gli animali e la tua sensibilità ti farà abbracciare la verità sempre piu’ profondamente.

    RispondiRispondi
  60. Gigi

    Mha……..io penso che questi metodi di Millan debbano essere provati.Io li ho provati e mi ritengo soddisfatto.Vi pongo una domanda:è meglio un cane ammaestrato o un cane educato?

    RispondiRispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>