[Animali] Botti di capodanno: cosa fare.

Animali capodannoCani e gatti, a causa dell’udito molto più sviluppato del nostro, avvertono i rumori in maniera amplificata. Se già molte persone hanno l’istinto di tapparsi le orecchie alla vista di un petardo per il frastuono che provoca, figuriamoci cosa lo stesso scoppio possa rappresentare per i nostri amici animali: una vera e propria bomba! Infatti nella maggior parte dei casi si verificano situazioni di panico e nella confusione generale cani e gatti possono avere delle reazioni sconsiderate come gettarsi nel vuoto, strappare il guinzaglio o correre per la strada col rischio di diventare pericolo per sè e per le persone.

Per attenuare la loro paura in vista di Capodanno, elenco una serie di accorgimenti da seguire per difendere i nostri cani e gatti:

  1. Non mostratevi troppo protettivi nei loro confronti, tanto più non guardateli negli occhi: il rischio è di intimorirli ed aumentare così la loro paura;
  2. Non lasciarteli da soli all’esterno (in giardino, sul balcone, in cortile, in terrazzo): date le reazioni incontrollabili, potrebbero farsi male, scappare oppure, se ai piani alti, buttarsi giù. Abbiate cura di togliere da fuori casa le gabbie di volatili, roditori e simili;
  3. Tenete le vostre bestiole dentro casa, meglio se in una stanza lontana dai possibili rumori e in penombra, con un rifugio già localizzato e preparato per essere il più confortevole possibile (magari, sotto al letto);
  4. Attenuate l’effetto dei botti dei fuochi artificiali accendendo la radio o la televisione;
  5. Non tenete assolutamente i cani legati a catena (non solo a capodanno!): nella foga di scappare o di liberarsi, si potrebbero strozzare da soli;
  6. Se siete a passeggio, abbiate premura di tenere saldamente il guinzaglio del vostro cane, facendo maggiore attenzione se siete cardiopatici e anziani;
  7. Nel caso già sappiate che il vostro cane o gatto si agita per i botti di Capodanno, munitevi preventivamente del numero del veterinario di fiducia. In caso di emergenza, rivolgetevi a lui per sapere se per tranquillizzare il vostro animale domestico è necessario un blando sedativo oppure rimedi omeopatici o di erboristeria;
  8. In previsione di gesti sconsiderati, abbiate cura per tempo di microchippare/tatuare/munire di medaglietta il vostro animale in modo che in caso di fughe sia eventualmente identificabile.

Nello sfortunato caso in cui non facciate in tempo a prendere le dovute precauzioni e l’amico a quattro zampe scompare, prendete torcia e fatevi aiutare da qualche amico per le ricerche in zona: potrebbe essersi semplicemente nascosto in un luogo più sicuro poco distante dalla vostra abitazione. Nella circostanza in cui invece il vostro amico peloso non si faccia trovare, contattate immediatamente il Canile più vicino a casa vostra e le associazioni animaliste della zona per comunicare la scomparsa, dopodichè denunciatela ai Vigili o ai Carabinieri nelle apposite sedi (Caserme). Nel frattempo, apprestatevi a diffondere le immagini e descrizione del vostro animale con i vostri recapiti telefonici annessi su locandine da tappezzare sui pali o muri del vostro paese e di quelli limitrofi. Non dimenticatevi di diffondere i dati anche sui siti internet e tramite e-mail a catena: a volte funziona.


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.