Ad Isernia un Centro per il soccorso temporaneo degli animali.

Anche Isernia avrà a breve un Centro per il soccorso temporaneo degli animali in stato di difficoltà.
L’iniziativa è nata da un’idea di Antonio Liberatore, dirigente veterinario dell’Asrem e di Ezio Stefanelli, comandante della Polizia Provinciale. Potrà, così, essere colmato un vuoto operativo rappresentato dall’impossibilità di prestare soccorso agli animali che, a causa di incidenti automobilistici, atti di bracconaggio, di vandalismo o, per qualunque altra ragione, si trovano in stato di difficoltà.
Attualmente, infatti, la Polizia Provinciale, alla quale i cittadini possono consegnare gli animali feriti, deve trasferirli per il soccorso all’oasi Lipu di Casacalenda con evidenti costi per l’Amministrazione e rischi per la sopravvivenza degli animali, costretti ad affrontare un lungo viaggio in condizioni precarie.
Il progetto di creare questo centro di soccorso per gli animali, che sorgerà in contrada Ravasecca, è stato accolto con entusiasmo dall’assessore all’Ambiente della Provincia di Isernia, Gino Taccone. L’assessore, consapevole dell’importanza di tutelare sempre più efficacemente la ricca biodiversità locale, si è subito adoperato per far sì che la Provincia pentra potesse dotarsi di questa struttura e si è, quindi, impegnato a reperire i fondi necessari alla ristrutturazione di un immobile di proprietà dell’ente di via Berta che sarà adibito a tale scopo. A tal fine saranno utilizzati i fondi stanziati nella delibera della Giunta provinciale numero 94 del 5 agosto 2011. Con queste risorse, infatti, verranno effettuati gli adeguamenti strutturali per rendere idoneo il fabbricato, permettendo così di poter curare e ricoverare temporaneamente animali di varie specie, taglia e provenienza: uccelli, rettili, micro e macro mammiferi.
L’Amministrazione provinciale, attraverso il personale del Settore Ambiente e della Polizia Provinciale, provvederà al recupero degli animali e al loro trasferimento presso la struttura.
Il servizio veterinario di Isernia, invece, si farà carico di intervenire il più celermente possibile per soccorrere gli animali traumatizzati o malati. Il tutto per poter prestare loro le cure necessarie affinché possano essere messi in condizioni idonee al trasferimento in centri di recupero o parchi zoo, a seconda della gravità del trauma e della possibilità di restituirli alla vita libera.

Fonte: altromolise.it

Vuoi dare il tuo contributo? Sono gli ultimi giorni per votare il blog!

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.