Esposizione a condizioni ambientali avverse: il colpo di calore.

È arrivata l’estate: non lasciate i vostri amici a 4 zampe in macchina o in ambienti chiusi, assolati e non ventilati, perchè loro con sudano e non riescono a disperdere il calore corporeo; l’ipertemia che si genera in queste condizioni è spesso fatale e richiede un trattamento d’urgenza.

L’aumento eccessivo della temperatura corporea prende il nome di ipertermia.
Esso può manifestarsi nel corso di un processo infiammatorio o in seguito all’esposizione a temperature elevate; nel secondo caso prende il nome di colpo di calore.
Il colpo di calore insorge nei cani esposti ad elevate temperature ambientali e sotto stress (come, ad esempio, il confinamento in un ambiente chiuso o in caso di ipereccitazione); sono più a rischio i cani appartenenti alle razze brachicefale (per intenderci: quelle con muso corto e schiacciato tipo Bulldog, Boxer, Carlino, Pechinese ecc.), i soggetti anziani e quelli obesi.
Gli animali non sudano attraverso la pelle come gli umani, ma disperdono il calore corporeo attraverso la lingua (ansimando) e “sudano” attraverso i piedi ed il naso; la mancata eliminazione del calore accumulato fa salire la temperatura corporea interna anche a 41-43°C instaurando l’ipertermia con conseguenti danni cellulari ed agli organi, a volte anche irreversibili (la temperatura eccessiva causa denaturazione delle proteine e necrosi cellulare).
Durante il colpo di calore la pressione ematica tende ad abbassarsi e si osservano segni di insufficienza renale e di shock ipotensivo.

Segni clinici
I segni clinici che si possono riscontrare sono: tachipnea (respiro accelerato), tachicardia (polso accelerato), congestione e disidratazione delle mucose, vomito, diarrea, disidratazione generalizzata, oliguria e proteinuria; possono comparire anche alterazioni metaboliche come shock, CID (coagulazione intravasale disseminata) e coma.
Un cane colpito da colpo di calore manifesta sempre tachipnea e la conseguenza sarà l’alcalosi respiratoria; se questa si protrae può comparire acidosi metabolica.
Queste alterazioni possono causare edema cerebrale e morte del soggetto; si aggiungono anche gravi squilibri elettrolitici come ipokalemia (diminuzione del potassio) e ipernatremia (eccesso di sodio) seguite poi da ipofosfatemia (dimunuzione del fosforo) e ipocalcemia (diminuzione del calcio).
Si osserva anche aumento dell’ematrocrito conseguente alla disidratazione.

Trattamento
Il trattamento deve essere immediato e mira ad abbassare la temperatura corporea del soggetto; a tal fine è utile immergerlo in acqua fredda per riportare la temperatura interna sotto i 40°C entro 30-60 minuti (tenere sotto controlla la temperatura rettale per non rischiare l’ipotermia).
Somministrare fluidoterapia EV (Ringer lattato); tenere sotto controlla l’equilibrio acido-base dell’organismo misurando la concentrazione dei gas disciolti nel sangue.
Applicare un catetere urinario con sistema di drenaggio chiuso per valutare la quantità di urina prodotta; in caso di oliguria somministrare con cautela liquidi per via EV.
Per indurre la diuresi usare diuretici (es. furosemide).
Dopo il ripristino della normale temperatura corporea si possono sviluppare segni di nefropatia primitiva progressiva; è opportuno effettuare tutte le analisi ematobiochimiche per controllare la situazione.
In caso di CID avviare la terapia specifica.
Dopo la terapia d’emergenza il paziente deve essere tenuto in ambiante fresco e ventilato; per cani di piccola taglia, se possibile, si può usare una gabbia ad ossigeno rinfrescata (a 22°C) a meno che non si registri al suo interno un eccessivo accumulo di anidride carbonica.


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Ti piace il blog? Seguici! ;-)

LadyCat

LadyCat

Amministratrice di VegAmami! Vegetariana dal 2002, volontaria in canili e CRAS per tanti anni, mamma, moglie, maestra, innamorata degli animali selvatici e della vita di campagna.

Un commento su “Esposizione a condizioni ambientali avverse: il colpo di calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.