Archivio della categoria: Cruelty free

Per un mondo libero dalla crudeltà (prodotti non testati su animali, oggetti e vestiario non di origine animale)

La strage silenziosa degli zoo: non solo Marius, purtroppo.

Dalla fanpage Lav:

marius-giraffa-zoo-copenhagen-2Una strage silenziosa. Non molti giorni fa tutti i media hanno parlato di Marius, la piccola giraffa fatta a pezzi di fronte ai visitatori dello zoo di Copenhagen. Un evento atroce e macabro che ha inorridito ognuno di noi ma sapete quanti sono gli animali che ogni anno vengono soppressi negli zoo di tutta Europa? Dai 3 mila ai 5 mila animali. A confessare i numeri della strage silenziosa la stessa associazione Europea degli Zoo e Acquari (EAZA), che si spinge addirittura a voler far credere che la reclusione di un animale dietro le sbarre sia necessaria e anche educativa. Cosa si impara nel vedere un animale prigioniero, mortificato e lontano dai suoi luoghi naturali se non il valore della libertà? www.lav.it

Io non sto con Caterina.

caterina#iononstoconcaterina: Dopo la sperimentazione sul cosiddetto “modello” animale avviene sempre e comunque quella sugli esseri umani. Per questo moltissimi farmaci, come ad es. in Germania l’Aulin, non vengono neppure immessi sul mercato. Le sperimentazioni si rivolgono a fasce economicamente deboli della popolazione mondiale, spesso senza il loro consenso e senza la loro conoscenza.

In Germania la Bayer testava a Berlino su “modelli” umani, consenzienti. Per un mese di ingestione di schifezze si riceveva un esiguo compenso, se gli effetti collaterali ti impedivano di continuare, ti rimandavano a casa senza un marco.

Queste cose non le ho lette, le ho viste con i miei occhi e conosco le persone.

La sperimentazione con gli animali non serve a scoprire nessuna cura per gli umani, specialmente in caso di malattie genetiche, anzi è una delle cause principali del rallentamento dei progressi della medicina e della ricerca.

E lo dicono fior di scienziati, premi Nobel.

Leggetevi questo, invece.
Post originale di Daniela.

11 marzo 2013: stop ai test su animali. Cosa significa?

rabbitVegAmami13 marzo 2013: la data che tutti stavamo aspettando con ansia. Negli ultimi decenni è stata rinviata parecchie volte, con le scuse e le strategie più disparate. Ma finalmente è arrivata: la Commissione Europea ha completato il processo di revisione e da oggi, dunque, nessun prodotto o ingrediente in Europa sarà più sperimentato su animali. La Commissione, inoltre, delinea come intende sostenere la ricerca e l’innovazione in questo settore e come promuovere  il benessere degli animali in tutto il mondo. L’ECVAM 2013 Technical Report fornisce una panoramica dettagliata dei progressi compiuti nello sviluppo delle alternative.

Cosa significa? 

Attenzione! Non significa che Continua a leggere

Kassel Pelzfrei (Kassel senza pellicce).

kassel pelzfreiKassel è una città tedesca che si trova  nel Nord dell’Assia, ricca di verde e di tradizione culturale. Ogni cinque anni diventa la capitale mondiale dell’arte contemporanea grazie alla mostra “Documenta”, la più grande al mondo. Kassel è gemellata con Firenze ed è famosa per il suo patrimonio museale. Ma una cosa Kassel non aveva mai visto, a differenza di altre città tedesche: una manifestazione antipellicce. Dopo la scoperta che gli inserti di pelliccia erano fatti col pelo di gatti e cani e il conseguente divieto di importazione di tali pelli, sembrava che il tema pellicce fosse quasi pronto per essere definitivamente archiviato. Nonostante le temperature nordiche, che in inverno toccano tranquillamente i -15 gradi, non si vedevano signore impellicciate da anni e gli inserti erano rigorosamente fatti di pelliccia sintetica.

Continua a leggere