Archivio della categoria: Pronto soccorso e urgenze

Consigli pratici per far fronte alle situazioni di emergenza più comuni.

Allergia al gatto?

D: Allergia-ai-gattiBuongiorno,
mi scuso per il disturbo.
Volevo sapere se Allerpt (per l’allergia ai cani e gatti), funziona davvero.
Sono sempre stata a contatto con i gatti (faccio volontariato in gattile da 6 anni, a casa dei miei genitori ne ho due e non ho mai avuto problemi).
Da circa una settimana, ho adottato una gattina ed ho iniziato ad avere prurito ovunque e brufoli sul viso.
Ho prenotato un test allergico, ma credo proprio di essere diventata improvvisamente allergica alla saliva del gatto.
Ovviamente vorrei tenerla e continuare a lavorare in gattile, per questo motivo volevo sapere se Allerpet funziona davvero e se dà solo un leggero sollievo o toglie praticamente tutti i sintomi.
Grazie mille.

Continua a leggere

Avvelenamento da liquido antigelo.

Il glicole propilenico contenuto nel liquido antigelo (ma anche in alcuni solventi e prodotti antiruggine) è, a causa del suo sapore dolciastro, particolarmente appetito dai cani ed è spesso causa di intossicazioni anche letali.

Continua a leggere

Avvelenamento da morso di serpente.

In Italia esistono diverse specie di vipere, dislocate per lo più nelle regioni settentrionali.
Gli animali domestici più a rischio sono i cani da caccia che, per la loro innata curiosità, tendono a mettere il naso nei posti più nascosti e pericolosi.

Continua a leggere

Avvelenamento da farmaci.

Spesso i cani possono andare incontro ad intossicazioni per ingestione di farmaci trovati accidentalmente incustoditi dal proprietario o perchè proprio quest’ultimo glieli ha somministrati nel tentativo maldestro del “fai fa te” noncurante della diversità di specie, di dosaggio e delle possibili sensibilità/tolleranze di specie.

Continua a leggere

Le piante tossiche per il cane.

I cani, non essendo erbivori, raramente vanno incontro ad avvelenamenti da piante d’appartamento/da giardino; può succedere, però, nei cuccioli nel momento in cui si ha eruzione dei denti o nei soggetti adulti con ansia da separazione.
In questi casi, sia il primo intervento del proprietario, che quello del veterinario, devono essere tempestivi.
Occorre riferire sia la specie vegetale, che le parti  e la quantità ingerita, per far sì che il veterinario possa intraprendere la terapia adeguata dopo consulenza con il Centro Antiveleni. Continua a leggere