Casa dolce casa, 4 chiacchiere da Romeow

romeow1-700x259Romeow è il primo cat-bistrot, nato circa due anni fa nel quartiere Ostiense a Roma, abitato da sei felicissimi gatti , creato da Valentina e Maurizio, amanti degli animali e della natura, che definiscono questa esperienza come piuttosto un luogo dell’anima dove si può intraprendere un viaggio attraverso esperienze culinarie, in un habitat congeniale agli animali più enigmatici e affascinanti che l’uomo abbia mai avuto la fortuna di addomesticare: i gatti.”

Da Romeow è possibile andare a  colazione, pranzo, aperitivo o cena,  e potrete mangiare particolari e sfiziosi piatti  della cucina vegana.

romeow_02_lowres Continua a leggere

Il pianeta green: intervista a Paolo Ettore Buzzi

casa-ecologica1-094049_LHo conosciuto Paolo un po’ di anni fa quando era ancora onnivoro,  al ristorante dove facevo la cameriera e cercavo di convincere i clienti a non mangiar più carne, scambiavo sempre qualche chiacchiera con lui, sul cibo e l’importanza di non portare in tavola la sofferenza degli animali.

Con Paolo, nel corso degli anni  ho fatto diversi discorsi su come cucinare il seitan, sul benessere che le verdure arrecano al nostro corpo, e allo stesso tempo come io gli ho regalato parole di convincimento, che il diventare vegan porta solo lo star bene,  lui ha saputo donarmi parole che riguardano l’energia che può salvare il Pianeta.

Paolo Ettore Buzzi, che nel corso degli anni è appunto diventato vegano,  si occupa di energie alternative ed ha studiato ingegneria chimica con specializzazione biotecnologico alimentare al politecnico di Torino e crede fermamente nel benessere per il pianeta.

Ho voluto porre allora qualche domanda a Paolo, con la speranza che le sue risposte possano essere d’aiuto a chi vuol in qualche maniera salvaguardare il nostro Pianeta.

energia-fotovoltaica– Cosa succederebbe al nostro pianeta, se tutti pensassero ad un pianeta più sano, più pulito meno inquinato grazie all’ utilizzo della sola energia del sole e di altre energie alternative?

Chiudo gli occhi e vedo una umanità che non usa più energia fossile, che usa auto elettriche, metropolitane e sistemi di people moving a trazione elettrica. Vedo una generazione elettrica delocalizzata e fondata sul sole, sul vento, sull’ acqua dei fiumi e dei mari. Vedo che “gli scarti” sono recuperati al 100%. Vedo orti urbani e giardini. Vedo che il verde non è solo piacere ma anche utilità. Vedo le acque pure e le persone che si rispettano. Vedo che non esistono più allevamenti di bestiame e che gli animali non vengono uccisi per un supposto e non accertato bisogno di proteine animali. Insomma. Vedo dignità. Continua a leggere

[Pet food] Come scegliere i croccantini per cani?

pappa_caniEccoci a parlare di nuovo (dopo tanto tempo!) di pet food. Argomento caro a chi tiene alla salute del proprio animale, perché – ormai lo abbiamo capito – la salute passa dalla tavola…o meglio, dalla ciotola!

In questi giorni, la nostra cagnona ha avuto qualche problemino di pancia: gorgoglii rumorosi, irregolarità intestinale… Decidiamo di andare dal veterinario. Analisi delle feci: negativo per la ricerca dei parassiti. Dunque? Proviamo, su consiglio medico, a cambiare alimentazione, passando al cibo secco, grain free, cioè senza cereali (possibile causa di problemi digestivi dei cani).  Continua a leggere

Perché amo gli animali?

il-linguaggio-dei-gesti-che-ci-unisce-agli-scimpanze-638x425Perché amo gli animali? Perché io sono uno di loro. Perché io sono la cifra indecifrabile dell’erba, il panico del cervo che scappa, sono il tuo oceano grande e sono il più piccolo degli insetti. E conosco tutte le tue creature: sono perfette in questo amore che corre sulla terra per arrivare a te.
Alda Merini


© RIPRODUZIONE INTEGRALE O PARZIALE VIETATA SENZA LINK ALLA FONTE: http://www.vegamami.it/

Pianeta Vegan: intervista a me stessa

1ca550d1-eaf3-4d3d-8aa1-ce86c8350a08Ho iniziato questa avventura, denominata  da me “Pianeta Vegan”, molti anni fa.

Nel corso di tale esperienza ho incontrato persone e animali, che ho voluto intervistare in modo che lasciassero una impronta su questa Terra carica di abusi, sofferenza e distruzioni ambientali da parte dell’uomo.

Da qui nasce l’idea di scrivere un libro, di mettere insieme riflessioni e ricette per un mondo cruelity free. Ringrazio Vegamami, LadyCat e la sua deliziosa famiglia che mi hanno accolto tra le pagine di questo blog e che mi hanno dato la spinta emotiva per poter scrivere. Continua a leggere